Abbigliamento premaman: sono incinta, cosa mi metto?

Abbigliamento premaman

Oggi ho deciso di parlarvi di un argomento che mi sta molto a cuore: l’abbigliamento premaman. Molte di voi infatti non sanno che anche io fra pochissimo – circa due mesi – diventerò per la prima volta mamma ed è proprio per questo che ho deciso di parlarvi di come ho cercato di reinventare l’abbigliamento dato che il corpo, giorno dopo giorno, cambia lentamente.

Apri l’armadio e non sai più come vestirti: il girovita si è allargato ed i vestiti di sempre iniziano ad andare stretti. Nei primi mesi andare nei negozi premaman è ancora troppo presto (è tutto enorme) e quando il pancione cresce sembra che tutto ingolfi e, più che una mamma, ti senti un contenitore ed allora: abbigliamento premaman come mi vesto con il pancione??

Abbigliamento premaman

Quando si è in dolce attesa si pensa spesso di non poter essere fashion e alla moda. Per me non esiste pensiero più sbagliato di questo: mai perdere il proprio stile!!! Non fatevi confondere dalle nuove curve.. abbondanti. Se siete sempre state minimaliste, ad esempio, continuate ad esserlo non vi avvolgete in abiti multicolor solo per adeguarvi a quello che il mercato propone per le forme più abbondanti.

L’idea che mi sono fatta, infatti, è che nei primi tempi si può tranquillamente e senza problemi indossare i propri vestiti e che quelli premaman siano invece più adatti ai mesi successivi. Proprio per questo, ovvero prima di farvi prendere dallo shopping compulsivo, passate in rassegna tutto ciò che avete, immaginatevi con il pancione e tenete a portata di mano ciò che pensate di poter indossare nel prossimo futuro, tutto il resto salutatelo e riponetelo lontano dalla vostra vista. Io ho fatto così: ho sfiorato ogni mio vestito improponibile in questo periodo, l’ho salutato, gli ho sorriso e sussurrato: ci vediamo presto, quando sarò mamma!! (Almeno così il “temporaneo” addio mi è sembrato più dolce.)

Ma dopo questa selezione cosa fare??

Abbigliamento premaman, primo trimestre cosa indossare?

Tanto per cominciare adesso non c’è bisogno di nascondere i rotolini e per una volta nella vita la pancia gonfia va esibita e non mascherata. Poi volete mettere la soddisfazione (unica) se vi dovessero chiedere: ma sei ingrassata??

Abbigliamento premaman

Nel primo trimestre, infatti, neanche si vede. In compenso e da subito si può godere di un effetto di mastoplastica additiva (decolléttè più prosperoso gratis) senza bisogno di bisturi. Pertanto, in questo primo periodo utilizzate tutti i vostri vestiti: al massimo li riempirete di più e mi raccomando alla scollatura: mostratela ma senza cadere nella volgarità!!!

Abbigliamento premaman, secondo trimestre cosa indossare?

Pancia nuova, vita nuova!!! Non è ancora il pancione vero e proprio ma comincia a vedersi. Ma per i vestiti premaman c’è ancora tempo, allora giocate con i capi di abbigliamento passe partout e se avete voglia dì shopping recatevi nei negozi di sempre e comprate gli stessi abiti che avreste comprato senza pancia, abbondate solo nella taglia: vi inizierete a sentire un po’ meno magre ma un po’ più mamme, ma sempre voi stesse: alla moda come sempre!!!

Abbigliamento premaman, terzo trimestre cosa indossare?

Signori e signore ecco la pancia – questa è la mia condizione attuale!!! La mia pancia, infatti, è esplosa e dopo aver superato la fase “mi sento una maxi tenda” sono entrata nella fase: “non vedo l’ora di conoscere la mia piccolina” (fiocco rosa per me… che gioia immensa).

Così mi sono affacciata nei negozi premaman e dunque: ABBIGLIAMENTO PREMAMAN: COSA COMPRARE??

Immancabili nel guardaroba sono un paio di jeans premaman il classico boy-friend o skinny a vita bassa che si possono allacciare con la belly belt sono bellissimi con il pancione, i leggins che snelliscono e slanciano le gambe ma non dimenticate mai questa regola essenziale: sempre e solo con il sedere coperto, mai con T-shirt corte e se avete una serata speciale (anche in vista dell’imminente Natale) concedetevi senza sensi colpa un bell’abito premaman, possibilmente stile impero (adorabile), con le scarpe basse… vi è concesso al massimo un tacchetto di non oltre 5 cm.

Ma se la pancia è sul punto di esplodere e vi sentite una palla in balia delle onde???

Abbigliamento premaman

Tranquille a tutto c’è un rimedio: scegliete un accessorio stravagante (io scelgo sempre un cappello) andate di rossetto rosso sfoggiate il vostro sorriso più bello e pensate: per ora sono solo una mamma pancia, ma fra pochissimo diventerò una vera mamma… cosa altro vuoi mettere?!!??!??

Moda cappelli, oddio che ossessione!

moda cappelli

Qual è l’ultimo accessorio che si indossa prima di uscire di casa? Focus su moda cappelli!

Oggi ho deciso di parlarvi di un accessorio che amo in modo particolare: il cappello. A tesa larga o corta, bicolore o tinta unita, contemporaneo o dal sapore vintage la moda cappelli è per definizione l’accessorio della stagione fredda (e non solo) che non deve mai mancare nel nostro guardaroba.

moda cappelli

Infatti, oltre ad avere una primaria funzionalità: quella di proteggere la testa e le orecchie dal freddo, rappresenta il dettaglio cool da aggiungere ai vostri look per dare una nota di originalità e per catturare l’attenzione anche degli sguardi più discreti. Indispensabile, quindi, come un paio di belle scarpe, il cappello evidenzia la personalità di chi lo indossa e per poter osare con forme e colori non è assolutamente necessario, infatti, essere invitati ad un matrimonio inglese. Inoltre il cappello può far capire, a chi vi guarda, cosa vi passa per la testa.

Essendo quindi un must have trasversale e versatile è in grado di definire e svoltare qualsiasi look.

moda cappelli

Ma per molte di noi la scelta del modello giusto non è proprio semplicissima: per fortuna la varietà dei modelli proposti permette a ciascuna di trovare il cappello più adatto al proprio viso e al proprio stile personale.

Ecco, dunque, una mini guida su come indossare e scegliere il cappello giusto.

Moda cappelli: come sceglierlo

1) la taglia: fondamentale non sottovalutare la misura. Il modello, qualunque esso sia, deve calzare perfettamente, non deve essere né troppo largo né troppo stretto.

2) la forma del viso: mai innamorarsi di un cappello al primo sguardo, esistono infatti dei modelli che stanno bene a tutti e altri più indicati per tipologie e forme del viso ben definite.

Moda cappelli: quando indossarlo

Fino a qualche decennio fa esistevano regole molte rigide su quando indossare il cappello; oggi, fortunatamente, siamo meno legati ai diktat del galateo ma ricordate che in determinate circostanze, per evitare di essere ridicole, è bene indossarlo solo se specificato nel dress code e/o nell’invito.

Moda cappelli: quale modello scegliere

Baschi, berretti portati bassi per nascondere lo sguardo ed esprimere fascino e mistero o appoggiati sul capo in maniera sbarazzina, la varietà dei cappelli e delle tendenze è davvero ampia. Ecco dunque alcuni modelli, per me essenziali, che tutte noi dovremmo avere (almeno così si spera…)

CAPPELLO FLOPPY: questo modello ha visto il suo apogeo nei favolosi sixties e si caratterizza per la sua ampia falda modellabile che arriva ad altezza occhi. È un pezzo iconico che dona un allure sofisticato e chic al look. Consigliatissimo alle amanti del bon-ton è particolarmente adatto ai visi quadrati e a chi ha uno stile classico e punta sempre su capi senza tempo.

CAPPELLO BORSALINO. Di stile e origine italiana, prende nome dall’omonimo marchio piemontese. È tra i modelli più classici e amati (io personalmente ne ho uno anche leopardato… carinissimo); può essere in feltro (in assoluto il mio preferito) e/o in pelle, ha la falda dritta di misura media e una fascia che circonda la cupola. Dona particolarmente ai visi lunghi, è versatile e si abbina anche ai look più casual.

CAPPELLO FEDORA: molto simile al “Borsalino” composto da feltro e lana possiede una falda più larga. Consigliatissimo agli amanti di outfit più misteriosi e charmant, sta bene ai visi più rotondi, larghi e/o ovali. Cattura subito tutti gli sguardi, quindi evitate di indossarlo se siete particolarmente timide.

CAPPELLO BASCO: dall’irresistibile fascino retrò deliziosamente chic il berretto alla francese è ritornato di gran moda grazie allo street style. È perfetto per i visi a cuore e o a triangolo.

CAPPELLO BERRETTO O BEANIE: è perfetto per i mesi più freddi quando tenere la testa al caldo è una vera e propria necessità. In morbida lana (le varianti più cool sono quelle nei toni pastello) dona un tocco urban a qualsiasi outfit e va bene per qualsiasi viso e per le donne di qualsiasi età.

La moda cappelli dunque sta alla stagione fredda come il tubino nero sta a Chanel e l’immagine che ne deriva (quella di una donna con il cappello) è infatti l’emblema di uno stile originale, charmant e sofisticato.

Se…. poi vogliamo anche osare non ci resta che ricordare le parole di una famosa canzone e iniziare a ballare…

moda cappelli

YOU CAN LEAVE YOUR HAT ON…

Buon divertimento a…. tutte!!!