Beauty news: la Nivea licenzia Rihanna perchè bad girl

nivea-licenzia-rihanna

A volte nella vita si sbaglia, ma si fa sempre in tempo a rimediare, anche se quando le scelte sono così importanti rimangono i segni e se poi un’azienda investe tanto nei valori che vuole diffondere ai suoi consumatori può bastare una errata scelta pubblicitaria e comunicativa per portare i risultati a zero.

A volte poi sono le star a pagare il prezzo della loro vita privata spiattellata su twitter, facebook e sulle copertine dei giornali gossippari tanto da causare a volte l’allontanamento immediato del brand.

Ed è proprio così che è successo a Rihanna, proprio in questi giorni bollenti di Agosto licenziata dal nuovo amministratore delegato della Nivea,  Stefan Heidenreich , che non si spiega come l’azienda ha potuto scegliere la cantante come testimonial.

La Nivea secondo Heidenreich incarna e diffonde valori come la famiglia, la fiducia e l’affidabilità, ben distanti dall’immagine e dallo stile di vita di Rihanna che non perde tempo a farsi paparazzare ubriaca e in pose ammiccanti su copertine di giornali e discoteche, senza contare poi l’abuso di droghe leggere.

In realtà Nivea l’aveva scelta per l’anniversario dei cento anni della crema più famosa del mondo nel 2011 proprio per le sue canzoni tanto amate dai giovani e quindi unico modo per diffondere nel migliore dei modi la notizia.

Famoso lo spot pubblicitario con Rihanna mezza nuda che si rotola nel letto e la colonna sonora di sottofondo California King Bed.

Ma ormai in tempi di crisi bisogna ritornare ai valori saldi, a quelli tradizionali, alla famiglia, vero pilastro della società. A questo punto si aprono scommesse sulla coppia testimonial…Angelina & Brad Pitt o

Victoria & David Beckham???

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.