Carta da parati adesiva: come rinnovare la nostra casa

carta da parati adesiva

La carta da parati adesiva è semplice e rapida da montare e dà un immediato aspetto diverso alla nostra casa. Ecco una breve guida all’uso e qualche consiglio estetico

Per rinnovare l’aspetto della nostra casa non serve fare interventi invasivi e costosi: ci sono pochi e semplici strumenti mirati che permettono di abbellire il look dei rivestimenti con una vasta gamma di colori e disegni. La carta da parati adesiva è perfetta per questo scopo, soprattutto perché è davvero facilissima da applicare, oltre ad avere un basso impatto ambientale.

Veniva molto utilizzata nelle case degli anni 70, ma successivamente è caduta in disuso in quanto ritenuta poco salutare e costosa.

Oggi assistiamo ad un vero ritorno di fiamma da parte degli interior designer, grazie a carte da parati moderne ed anche ecologiche, quindi attente all’ambiente.

Le caratteristiche principali della carta da parati adesiva sono:

  • composizione 100% naturale, a base di fibre vegetali come il riso, pèèure da scarti di lavorazione di mandorle, olive, mais o caffè;
  • prive di sostanze chimiche dannose come il cloro, piombo o la formaldeide;
  • completamente biodegradabili, traspiranti e non infiammabili. Gli inchiostri ed i collanti sono a base di acqua e quindi totalmente innocui per la nostra salute.

Tra le tante tipologie in commercio di carta da parati, vi sono quelle in TNT, ossia tessuto non tessuto: si tratta di rivestimenti che richiedono pochissima manutenzione, il cui tessuto è composto da cotone, lino, seta, bambù.

Particolarmente pregiati, spesso disegnati a mano, danno un tocco di setosità alla parete e sono perfetti per valorizzare un ambiente importante come soggiorno, camera da letto o persino bagno.

Carta da parati adesiva: come utilizzarla?

Una volta individuata la carta più adatta alla casa, dobbiamo decidere come e dove applicarla.

È possibile applicarla a tutte le pareti di una stanza, ma non solo: si può enfatizzare anche un solo angolo o una sola parete, magari quella dietro il divano o la parete attrezzata. O ancora la parete contro cui abbiamo poggiato il letto nella camera matrimoniale.

Qualche altra idea per applicare la vostra carta da parati adesiva:

ritagliarla seguendo i disegni e le fantasie della carta, accostandoli in modo “libero” per movimentare i muri delle stanze.

Rivestire le ante di un armadio, una vecchia cassettiera o dei pannelli scorrevoli o ancora delle nicchie.

Carta da parati adesiva, quali sono le ultime tendenze?

Tra le carte più di tendenza vi sono sicuramente quelle in stile Urban, quindi dall’effetto industrial e metropolitano, oppure Optical, quindi dalle forme geometriche e tridimensionali.

carta da parati adesiva

Molto chic anche i motivi floreali, dai colori tenui e delicati, o le intramontabili righe. Ispirazioni orientali per carte parati che ricordino la passione per i viaggi.

Come arredare gli spazi della casa con le abat-jour e risparmiare

Abat-jour: elemento chiave di un ambiente

In ogni abitazione, l’illuminazione è la vera anima di ogni ambiente e per questo è necessario curarla nei minimi dettagli creando un equilibrio di contrasti luminosi che possano regalare carattere ad ogni spazio.

Per ottenere spot di luce e aree di penombra nella propria casa basta scegliere una tra le numerose e versatili lampade decorative abat-jour: la rete è il luogo migliore per esplorare le proposte del mercato e i siti come Lampade.it offrono una selezione di ben 18.000 lampade per trovare la soluzione luminosa più consona al vostro ambiente, grazie al supporto di un team competente e di una vasta gamma di marchi sia italiani che internazionali. Si tratta di uno dei gruppi leader a livello europeo, con una proposta di accessori perfetti per illuminare in modo soffuso il vostro ingresso, la vostra camera da letto, la zona studio o un angolo del salotto creando un’atmosfera rilassata e accogliente in cui potersi rifugiare dopo una giornata di lavoro.

Fonte: Pixabay.it

Ad ogni spazio la sua abat-jour

Una volta individuato il rivenditore, bisognerà scegliere il modello e lo stile: che si tratti di una lampada da tavolo o da comodino, le abat-jour decorative possono seguire un design classico o contemporaneo con forme e materiali che vanno dal minimalismo urbano a rivisitazioni moderne di modelli vintage e più eccentrici. Tra le varie soluzioni disponibili l’abat-jour da comodino è forse la lampada più amata, grazie alla sua dimensione minimale, che permette la lettura di un libro o di una rivista in uno spazio ridotto. Questo oggetto permette di avere una luce aggiuntiva mirata, grazie ai modelli con braccio regolabile, meglio se con funzione touch, che offrono una luce direzionata e non dispersiva calda e avvolgente, un’ottima alternativa decorativa anche per la scrivania dello studio.

Questo tipo di paralume riesce ad illuminare smorzando la luce che essa stessa produce, attenuando e riducendo l’intensità per un tipo di illuminazione gradevole che non disturba.

L’evoluzione della classica abat-jour da comodino è il modello applique salvaspazio con testata regolabile da fissare alla parete vicino al letto, pensato per chi desidera utilizzare il piano d’appoggio per altro ma non vuole rinunciare ad una luce soffusa nella zona notte.

Infine, per i veri intenditori è disponibile l’applique con luce aggiuntiva di lettura integrata, in grado di combinare la luce soffusa e raccolta dell’applique classica con un’illuminazione di lettura a spot senza occupare minimamente spazio sul comodino.

Fonte: Pixabay.it

Luminosità con un occhio al risparmio

Oggi è possibile mantenere una luca calda e dal design accattivante, grazie all’utilizzo di abat-jour a LED che garantiscono consumi energetici molto bassi. Si tratta di una nuova concezione incentrata sull’eco-sostenibilità e innovazione, che diventano parte integrante del design del prodotto. Quali sono i punti a favore di questa tipologia di lampadine da usare per le abat-jour?

Un’elevato ed efficiente livello energetico;
La resistenza nel tempo;
Un risparmio energetico pari al 90% rispetto alla classica lampadina a incandescenza;
Una luce molto uniforme con possibilità di tonalità luminose variabili per colore e intensità.
Lo spazio più consono per collocare un paralume da tavolo a LED è il salotto o quella parte della casa destinata allo studio e alla lettura magari come complemento decorativo aggiuntivo di una serie di mobili dal design originale. Le lampade da tavolo a LED si possono trovare in varie forme e colori, come i materiali che spaziano dal vetro al metallo, dal legno all’ottone.

All’interno del catalogo è possibile trovare diverse opzioni per poter arredare gli ambienti con eleganza grazie alle lampade decorative: ci si può sbizzarrire tra forme, brand, materiali e stili differenti per rendere la vostra casa ancora più accogliente!

Fonte: newsroom.lampenwelt.de

Desenio, la tua casa con stile

desenio

Come arredare casa con le stampe di Desenio.

Vivo nella mia casa attuale ormai da 4 anni e mezzo e piano piano, anno dopo anno, l’ho personalizzata, cambiando alcuni mobili, luci e colori.

Non è stato facile, anche perchè mi sono trasferita quando ero incinta di Carlotta e quindi avevo necessità di entrare e sistemarmi.

Così è stato e gli anni sono passati.

Mancava quindi un tocco di colore alle pareti… colore e forme arrivate grazie a Desenio.

Erano mesi che visitavo il sito Desenio.it alla ricerca della stampa che mi colpisse.

Non è stato facile perchè è veramente tutto molto bello.

Cercavo qualcosa per lo spazio del soggiorno, per la parete in salone e per il corridoi che porta alle camere.

Volevo qualcosa di particolare, che nelle varie ambientazioni mi rilassasse o ricaricasse a seconda degli ambienti.

Finalmente ho trovato quello che fa per me.

desenio

Su Desenio ho scelto per il salone delle stampe floreali bellissime sui toni del rosa cipria.

Per la cucina/soggiorno due stampe più fashion a tema cibo e cucina.

Per il corridoio tre stampe raffiguranti delle imbarcazioni in un lago tra le montagne (bellissimo ed estremamente rilassante).

Ho arredato così i miei spazi in pochissimi click.

La cosa più interessante è che sul sito ho potuto scegliere anche le cornici, così da non dover impazzire per farmele realizzare su misura da un altro fornitore.

desenio

Su Desenio puoi acquistare tantissime stampe di diverse misure e personalizzarle con le diverse cornici, disponibili in tante finiture, come ho fatto io.

Potete scegliere tra le stampe più popolari, o divise per tema e ambientazione.

La cosa bella del sito Desenio, è che vi aiuta nella composizione dei poster, creando così la parete perfetta.

Inoltre, potrete tratte ispirazione dalle case già realizzate.

Dopo l’ordine, dovrete aspettare solo 4-7 giorni e poi potrete dare sfogo alla vostra voglia di cambiamento.

Una sorpresa per voi su DESENIO

Se anche voi volete acquistare dei poster con cornici andate a controllare gli sconti natalizi di Desenio.
In questo momento il sito di Desenio offre il 30% di sconto per tutti gli ordini superiori ai 60€. (Lo sconto non é valido per i poster delle collezioni “Handpicked/Collaboration” e le cornici).

Arredare casa con stile… vi aiuta Desenio!

Post in collaborazione con Desenio

 

Consigli per la casa: come arredare in stile gotico

stile gotico

Proprio come il vestiario, gli accessori o il taglio di capelli, l’arredamento è ciò che più contribuisce ad imprimere un’identità alla casa in cui viviamo.

Colori chiari, sfumature pastello e mobili in legno chiaro incarnano alla perfezione l’animo femminile e romantico, così come le tinte più accese, le piastrelle smaltate e i cuscini colorati mettono in mostra una personalità più vivace e sbarazzina. Per quanto possa sembrare facile, non è sempre così immediato scegliere l’aspetto giusto per la propria casa: le influenze sono talmente tante da far venir voglia di cambiare look ogni anno.

Se siete amanti delle atmosfere occulte, delle tinte scure, dei soffitti alti e delle grandi finestrate, perché non puntare sullo stile gotico, ad esempio?

Forse potreste non averci mai pensato, eppure, con un pizzico di fantasia e qualche tocco personale, anche uno stile particolare come il gotico può rendere la vostra casa confortevole, senza tralasciare una buona dose di mistero. Scopriamo insieme come.

Un po’ di storia: quando nasce lo stile gotico?

stile gotico
Pixabay.com

Quello del gotico è uno stile risalente all’Europa tardo medievale, in particolare al periodo storico che va dal XIII al XV secolo. Per quanto all’inizio abbia trovato maggiore diffusione soprattutto in ambito religioso, quindi nell’architettura o nella decorazione di luoghi sacri, il gotico si è esteso ben presto anche alle abitazioni private, fino a giungere alla nostra epoca, seppur con qualche tocco di modernità in più. Per fare maggiore chiarezza ed entrare nel vivo di ciò che il gotico incarna realmente, basta pensare a Venezia, una delle città più rappresentative di questo stile.

Come messo in evidenza da Venice Free Tours, quello che lega la città di Venezia al gotico è un rapporto fortunato e fecondo, iniziato solo nel XV secolo, ma le cui tracce sono visibili ancora oggi. Nel Palazzo Ducale è infatti possibile rintracciare l’eleganza dei trafori delle logge, simili a dei merletti, l’equilibrio dato dalla linee della facciata, o ancora la semplicità delle sottili colonnine, che risentono dell’influsso dell’architettura mediorientale. Persino in palazzi come ‘Ca Vendramin Calergi è possibile rintracciare antiche orme del gotico veneziano, per quanto quest’ultimo risenta maggiormente degli influssi rinascimentali.

Risalente alla seconda metà del XV secolo, il palazzo è oggi noto, oltre che per la sua bellezza architettonica, per essere la sede del casinò di Venezia che, come ricordato in un articolo di Betway Casino, ha la fama di aver dato vita alla concezione moderna di sala da gioco, in quanto primo in tutta Europa e risalente a ben quattro secoli fa. Una storia simile ha poi avuto il palazzo Dandalo sulla Riva degli Schiavoni, tra gli edifici gotici più noti della città: dal 1822, il palazzo è infatti sede del lussuoso hotel Danieli, gestito oggi dalla multinazionale Marriott International e noto per l’elegante arredamento d’epoca, i preziosi tessuti e le tappezzerie.

Come arredare casa in stile gotico

stile gotico
Pixabay.com

Una volta fatta un po’ di chiarezza su quello che è stato lo stile gotico nella storia, seppur con le sue molteplici sfaccettature, vi starete chiedendo come adattarlo alla vostra casa. Innanzitutto, è bene partire dalla scelta dei colori e dei materiali. Dunque, prediligere il legno scuro, come quello di quercia o di noce, il ferro battuto e le tonalità del rosso, del viola e persino del nero, volendo osare.

Lo stile gotico è infatti caratterizzato dalla predilezione per le tinte cupe e scure, che possono però essere ammorbidite da dettagli moderni, in grado di conferire maggiore luminosità all’ambiente o, al contrario, essere accentuate dall’abuso del colore nero, capace di rendere l’atmosfera dark.

In questo caso, è possibile osare anche con la scelta dei tappeti e dei tendaggi, rigorosamente di colore scuro: blu, grigio, viola o total black.

Sempre nello spirito del gotico dark, un ulteriore consiglio riguarda l’arredamento, l’oggettistica nello specifico. Per rendere l’atmosfera degna di questo stile, si può scegliere di decorare l’ambiente con elementi come corna di animali, candelabri o specchi antichi dalla cornice intarsiata. A buon ragione, il gotico dark potrebbe essere un po’ troppo estremo per i gusti di qualcuno, forse intenzionato a ricercare nello stile gotico più un’ispirazione che la colonna portante dell’intera abitazione. In casi come questo, potreste semplicemente riprendere dal gotico gli aspetti principali, senza stravolgere l’assetto della vostra casa: slanciare la stanza con tende lunghe o decorare le zone più alte delle pareti, in modo da ricreare l’idea dei soffitti molto alti tipici di questo stile; o ancora, evitare lampadari, tappeti o accessori dall’aspetto troppo antiquato, in modo da ricreare un perfetto stile gotico moderno. In ultimo, fondamentale è anche la scelta dei mobili che, come già anticipato, può anche variare in tutta libertà e a seconda dei propri gusti. In linea generale, però, tipici dello stile gotico sono i mobili caratterizzati da decorazioni a intaglio piuttosto artificiose: foglie e arbusti, animali e persino figure umane. Tipici di questo stile sono anche le cassapanche in legno, gli armadi imponenti e i tavoli rettangolari, il tutto rigorosamente in tonalità scura.

Per ricapitolare, a prescindere dalle singole sfaccettature di gotico, uno stile che si è prestato e si presta ancora a numerose e libere interpretazioni, mai dimenticare: colori scuri per le pareti, per i tappeti e per le tende, arredi in legno di quercia o noce, soffitti alti o, non potendo intervenire direttamente sull’assetto della casa, dettagli che la slancino. Infine, tanta fantasia per interpretare a vostro piacimento questo stile e rendere la vostra casa perfetta ai vostri occhi.