Come usare l’olio di cocco? Ecco qualche consiglio!

come-usare-lolio-di-cocco

Sapevate che l’olio di cocco è utile sia per la cura della persona che della casa? Scopriamo insieme come usare l’olio di cocco!

Come usare l’olio di cocco? Vediamo un pò…da dove cominciare?

Iniziamo con il dire che l’olio di cocco è estratto dalla noce di cocco ed è ricco di acidi grassi, vitamina E e ha infinite proprietà idratanti, nutrienti e lenitive. La sua consistenza è abbastanza solida, si scioglie infatti a bagnomaria. Si tratta di un prodotto super economico che può essere utilizzato sia per la cura della persona che della casa.

Curiosi di scoprire tutti gli utilizzi dell’olio di cocco?

I benefici dell’olio di cocco sono infiniti, ma i suoi utilizzi ancor di più:

  • Crema idratante: l’olio di cocco, grazie alla sua formulazione pastosa è utilizzato come crema idratante naturale per le mani e per il corpo. Utile anche a lenire eventuali rossori.
  • Struccante: sapevate che l’olio di cocco è perfetto per rimuovere il trucco? Persino quello waterproof! Basta applicare l’olio sulle zone interessate e rimuovere il make-up con un dischetto di cotone!
  • Balsamo labbra: applicare un dito con un pò di olio di cocco direttamente sulle labbra, le renderà idratate, morbide e setose. Meglio di un qualsiasi altro burro cacao da supermercato!
  • Maschera per capelli: l’olio nutre in profondità i capelli secchi, sfibrati e pieni di doppie punte. Applicare sulle punte e sulle lunghezze una noce di cocco e avvolgere la testa in un telo per qualche ora o per tutta la notte, poi risciacquare. I capelli avranno immediatamente un aspetto migliore e più sano!

come-usare-lolio-di-cocco

  • Olio per massaggi: perfetto per massaggi rilassanti grazie alle sue proprietà idratanti!
  • Crema anti-smagliature: l’olio di cocco, grazie al suo potere elasticizzante, è ottimo per attenuare le smagliature.

  • Ricostituente: essendo ricco di acido ialuronico, l’olio di cocco rafforza le difese immunitarie, contrasta influenza, herpes e infezioni. Basta anche solo un cucchiaino!

  • Dentifricio: mescolando olio di cocco, un pizzico di bicarbonato e uno di sale si ottiene un dentifricio perfetto per ridurre la placca, calmare le irritazioni gengivale e sbiancare lo smalto dei denti. Per un sapore migliore e più fresco potete aggiungere qualche goccia di olio essenziale alla menta.
  • Antinfiammatorio: applicare l’olio di cocco sull’infiammazione è utile a sgonfiare la parte interessata e sopratutto a diminuire o per lo meno contenere il dolore.
  • In cucina: è perfetto per dolci vegani o leggeri al posto di burro e olio normale;
  • Lucidante per mobili: l’olio di cocco è un potente lucidante per i mobili in legno ma anche per le scarpe in pelle, ne basta pochissimo da spalmare con l’aiuto di un panno pulito!
  • Pulire le padelle di ferro;
  • Funge da repellente naturale contro gli insetti;
  • Pulisce gli interni delle auto;
  • Lucida e pulisce le foglie delle piante.

Tonico fai da te: come avere una pelle sempre perfetta!

tonico-fai-da-te

Tonico fai da te per ogni tipo di pelle: grassa, secca, sensibile o acneica! Da oggi potrete finalmente realizzare in casa e con pochi ingredienti il vostro tonico naturale!

Il tonico è un cosmetico super importante, si dovrebbe utilizzare quotidianamente, anche più di una volta al giorno, perché idrata ed illumina la pelle del viso. La sua azione agisce in profondità e mantiene costante il grado di umidità della pelle.

Il tonico aiuta ad eliminare anche l’eventuale calcare dell’acqua del rubinetto che usiamo quotidianamente sulla nostra pelle, che a lungo andare potrebbe danneggiarla. Molti tonici sono parecchio costosi per questo vi mostreremo come realizzarne qualcuno in casa senza spendere troppi soldi!

Tonico fai da te alla camomilla

Il tonico fai da te alla camomilla illumina la pelle e con le sue proprietà lenitive è perfetto per ogni tipo di pelle, in particolare per quelle sensibili. Vi occorreranno pochi ingredienti e qualche minuto:

  • 100 grammi di acqua di camomilla: lenitiva e perfetta per arrossamenti ed irritazioni,
  • un cucchiaino di miele: è un potente antibatterico e antimicotico,
  • 3 gocce olio essenziale di lavanda: ha proprietà antisettiche, lenitive e purificanti,
  • 4 grammi glicerina vegetale: idrata e protegge la pelle specialmente in inverno.tonico-fai-da-te

Dopo aver mescolato gli ingredienti, versate il composto in un flaconcino e applicatelo su di un dischetto e poi picchiettate con quest’ultimo viso e collo.

 

Tonico fai da te all’acqua di rose

Anche questo tonico fai da te è adatto ad ogni tipo di pelle ma in particolar modo a quella mista, grassa o acneica. Ha un profumo molto delicato e femminile per via dell’acqua di rose. Fresco ed idratante ha un’azione immediata. Vediamo come comporre il tonico:

  • 100 grammi di acqua di rose: idratante, lenitiva, antiage, levigante e rigenerante;
  • un cucchiaino di aceto di mele: riequilibra il ph della pelle, difende dall’attacco di batteri e microrganismi;
  • 2 gocce di olio essenziale di lavanda o camomilla, rosa o geranio.

tonico-fai-da-te

Basterà come per il primo tonico fai da te, unire gli ingredienti e trasferirli in un flaconcino. Potete conservarlo a temperatura ambiente fino ad un paio di mesi.

 

Tonico fai da te cocco e lime

Questo tonico fai da te è perfetto per nutrire, addolcire e tonificare la pelle del viso. Vi serviranno:

  • 3 gocce di lime o limone,
  • cocco grattuggiato (o latte di cocco).

Prendete il cocco grattugiato e lasciatelo in ammollo per qualche ora nell’acqua, mixate e filtrate, aggiungete il lime e trasferite in un flacone. Questo è un vero toccasana per pelle ma anche per i capelli.

 

I cibi migliori per abbassare la pressione!

i cibi migliori per abbassare la pressione

Quali sono i cibi migliori per abbassare la pressione alta? Scopriamolo insieme in questo articolo!

Oltre ad essere uno tra i più grandi piaceri della vita, il cibo è anche un mezzo per rimanere in salute. Potrebbe però anche trasformarsi nel peggior amico dell’uomo. Introdurre degli alimenti corretti in una dieta quotidiana potrebbe allontanare i rischi dell’ipertensione!

Nell’articolo di oggi vi parleremo sia dei cibi migliori per abbassare la pressione, sia di quelli assolutamente sconsigliati!

 

Cibi da preferire:

  • cioccolato: i flavonoidi contenuti nel cioccolato FONDENTE (attenzione non al latte) hanno un grande effetto vaso-dilatatore e migliorano la circolazione del sangue;

i cibi migliori per abbassare la pressione

  • latticini (yogurt o latte): avendo un basso contenuto di grassi, tengono sotto controllo i valori della pressione sia minima che massima;
  • olio d’oliva: abbassa i livelli del colesterolo e aiuta a dilatare i vasi sanguigni;
  • pesci grassi (salmone, sgombro ecc.): gli omega3 abbassano i valori della pressione massima. È sconsigliato il salmone affumicato!

i cibi migliori per abbassare la pressione

  • zenzero: è ricco di proprietà e benefici efficaci contro l’ipertensione.
  • aglio: è l’alleato numero uno per l’ipertensione! È conosciuto sin dall’antichità per le sue virtù antibatteriche e antinfiammatorie.
  • barbabietola rossa: il suo succo contiene un elevato contenuto di nitrati, i quali sono in grado di abbassare i livelli della pressione sanguigna per più di 6 ore.
  • melograno: tra i frutti autunnali più consigliati, ha un alto contenuto di potassio che neutralizza l’effetto del sodio nel sangue e contrasta l’ipertensione.

 

Cosa EVITARE per ridurre il rischio ipertensione?

Dopo aver parlato dei cibi migliori per abbassare la pressione, ora scopriamo quali cibi invece evitare assolutamente.

  • Fagioli: i fagioli in scatola sono ricchi di sodio, il quale aumenta la pressione sanguigna;
  • Alcol: porta disidratazione e aumento di peso, entrambi contribuiscono all’ipertensione. L’alcol è assolutamente da evitare!
  • Pompelmo: seppur il pensiero comune sulla frutta è che faccia bene, non è proprio così, il pompelmo fa tutt’altro che bene ad un soggetto che soffre di pressione alta. C’è una sostanza al suo interno che riduce l’assorbimento di alcuni farmaci e che dunque potrebbe interferire con l’assunzione di pillole per l’ipertensione.
  • Salse: sono ricche di sale e di zucchero, meglio condire con erbe oppure olio!
  • Biscotti: nonostante i biscotti siano dolci, contengono un’elevata quantità di sale. Leggi sempre le etichette prima di acquistare biscotti!

Contorno occhi fai da te: ricette contro le occhiaie!

contorno-occhi-fai-da-te

Il contorno occhi è una zona piuttosto delicata poiché la circolazione sanguigna è molto scarsa e la pelle è più sottile. Quindi per evitare le rughe, le occhiaie e le borse è necessario prendersene cura. Scopriamo come fare!

Il contorno occhi rappresenta un punto del viso molto critico, ecco perché oggi vi parleremo di come idratare gli occhi nel migliore dei modi per limitare o anche prevenire le occhiaie e le rughe.

Eccovi alcune ricette di contorno occhi fai da te molto semplici da realizzare e capaci di rendere il nostro sguardo fresco e riposato.

 

Contorno occhi fai da te all’acido ialuronico

Questa ricetta si può utilizzare mattina e sera prima o dopo aver applicato la crema viso.

Vi serviranno:

  • Un cucchiaio di gel d’aloe vera: è idratante, lenitivo con effetto lifting;
  • Un cucchiaio di acido ialuronico: ha proprietà idratanti ed è un anti-age molto potente famoso per la sua funzione di prevenzione delle rughe;
  • Un cucchiaino di olio di argan: nutre la pelle in profondità ed è un ottimo antiossidante.

contorno-occhi-fai-da-te

Dopo aver mescolato accuratamente questi tre ingredienti procedete nell’applicazione del contorno occhi fai da te nei punti critici. Se avanza un po’ di prodotto potete conservarlo in frigo e riutilizzarlo.

Pochi ingredienti per un ottimo risultato

Anche questa ricettina è semplice da realizzare e davvero efficace per alleviare le rughe, prevenirle e trattarle, è però estremamente importante applicarlo con costanza almeno due volte al giorno!

Vi serviranno solo :

  • 50 grammi di idrolato di camomilla oppure acqua di rose,
  • 40 grammi di olio di argan (o qualsiasi altro olio nutriente, come ad esempio di avocado o di jojoba)

Vi basterà unire e mescolare i due ingredienti e trasferirli in un contenitore dal facile utilizzo! Applicate il composto un paio di volte al giorno, noterete presto piacevoli cambiamenti.

Siero per le occhiaie

Il siero contorno occhi è utile a rendere la vostra pelle più elastica sin dalle prime applicazioni. Anche qui vi serviranno pochi ingredienti:

  • 10 grammi di olio di riso,
  • 10 grammi di olio di argan,
  • 10 grammi di olio di jojoba,
  • Qualche goccia di olio essenziale di lavanda per dare odore.

contorno-occhi-fai-da-te

Essendo molto nutrienti, gli oli hanno un effetto benefico sulla microcircolazione e sull’elasticità della pelle. Applicate qualche goccia di prodotto sulla zona del contorno occhi e massaggiate per qualche minuto.

A differenza degli altri prodotti, l’applicazione del siero è consigliabile di sera poiché gli oli potrebbero rendere difficile la stesura del make-up quotidiano.

Se applicate con costanza creme o sieri contorno occhi, noterete dei piccoli miglioramenti volta per volta, in più se completate il tutto con l’applicazione di due fettine di cetriolo sugli occhi lasciandole in posa per almeno 15 minuti, le vostre borse con il tempo andranno via del tutto.

 

Struccarsi in modo naturale: istruzioni per l’uso!

struccarsi-in-modo-naturale

Struccarsi in modo naturale? Si può… e vi occorrono solo 3 elementi! Scopriamo insieme quali sono!

È possibile struccarsi in modo naturale, ricorrendo a piccoli stratagemmi che toglieranno via tutto il trucco dal vostro viso. Tutto ciò che vi serve lo trovate in cucina.

Niente pozioni magiche, nessun intruglio, solo e semplicemente olio d’oliva!

Si l’olio d’oliva che usate per condire i vostri piatti, come ben sapete ha mille proprietà, tra queste, anche quella di struccare. Via mascara, fondotinta e rossetti.

Ma come è possibile?

Beh la risposta è semplice, l’olio di oliva è composto da grassi, così come anche i trucchi: il grasso dissolve grasso, è chimica!

 

Ma non basterà solo l’olio d’oliva a togliere via tutto il trucco.

 

Vi servono:

  1. Olio naturale (d’oliva, di ricino, di lino, di mandorle, di jojoba…)
  2. Sapone naturale (per pelli normali)
  3. Asciugamano in spugna o microfibra.

 

Vi occorre versare sulle mani inumidite una noce di olio e poi massaggiate a viso asciutto. A questo punto con l’asciugamano bagnato con acqua tiepida e poi ben strizzato, strofinate delicatamente.

struccarsi-in-modo-naturale

Se hai una pelle molto grassa, completa la detersione con il sapone, che aiuterà ad eliminare l’olio usato in precedenza. Vi raccomando però, non un sapone per le mani, perché essendo troppo SGRASSANTI, la vostra pelle reagirà producendo ancora più sebo. Un sapone neutro va benissimo oppure un gel detergente. Il passaggio finale è applicare un tonico, a spray sarebbe l’ideale!

 

Che olio utilizzare?

Come dicevamo prima, l’olio da utilizzare è a vostra scelta, in base alla vostra pelle. L’olio d’oliva è un jolly, va bene per ogni tipo di pelle, anche per quella grassa!

Per una pelle molto secca, l’olio di mandorle dolci è quello più indicato! Per una pelle grassa utilizzare l’olio di jojoba o di girasole.

A differenza di ciò che si possa immaginare, l’olio non ingrassa la pelle, se è naturale. Gli oli naturali sono composti da sostanza grasse che sono affini al sebo della pelle, quindi non alterano il vostro tipo di pelle. Diverso è per gli oli minerali che contenendo paraffina provocano brufoli o punti neri.

 

Cosmetica 2019: è stato un anno d’oro per il settore beauty!

cosmetica-2019

La cosmetica 2019 ha registrato circa 12 miliardi di giro d’affari, un incremento del 2,8% rispetto allo scorso anno. Scopriamo insieme tutti i dettagli di tale aumento!

La cosmetica 2019 ha avuto un’impennata di consumi, è stato infatti un anno d’oro per il beauty e la cosmesi Italiana che ha registrato un ennesimo record sulla bilancia dei pagamenti.

È stato inoltre registrato il valore più alto dell’ultimo decennio, sicuramente anche grazie alle nuove nicchie di mercato che gli imprenditori italiani hanno conquistato nei paesi extraeuropei.

 

I cosmetici italiani più amati nel mondo sono:

cosmetica-2019

Nonostante lo scenario di crisi generale, nell’ambito della cosmetica si aprono nuove strade e soprattutto nuove abitudini per quanto riguarda la cura della persona, in particolare del corpo e dei capelli.

Le donne italiane amano curarsi, frequentano i centri estetici spendendo più soldi rispetto al 2018, si sottopongono a massaggi, cerette e trattamenti specifici.

È cambiato infatti che a differenza degli anni precedenti, alle donne non interessano più tagli e pieghe ma piuttosto sono incuriosite da:

  • trattamenti biologici,
  • dall’utilizzo di materie prime naturali;
  • dalla qualità dei prodotti per il viso, per il corpo e per i capelli!

Prodotti bio: gli eletti del 2019

Per la cura della persona, donna o uomo che sia, gli italiani amano molto di più i prodotti biologici, quelli a connotazione naturale, organici e privi di pari beni e paraffine. Hanno imparato a leggere gli INCI dei prodotti e quindi a scegliere tutto ciò che fa bene a corpo e capelli, o per lo meno che non li danneggino.

Infatti le erboristerie italiane hanno registrato un notevole aumento di vendite.

cosmetica-2019

La cosmetica 2019 ha chiuso l’anno con un valore di mercato pari a 448 milioni di euro, dato che è ancora in crescita e si prevede che lo sarà fino alla fine dell’anno.

Crescono anche i consumi di prodotti di bellezza nelle farmacie, nelle profumerie e nel segmento dei mass-market, oltre che nelle erboristerie e nei negozi monomarca o in quelli specifici per la cura della persona e della casa.

Bisogna inoltre ringraziare internet, un canale che ha permesso la divulgazione di informazioni riguardo tutti i prodotti dannosi per le persone.

Internet è infatti un’ottima piattaforma di acquisto per la cosmetica ed è in continua crescita, soprattutto per via delle famose recensioni positive o negative di ciascun prodotto, per le quali, ogni persona si sente più protetta, e più sicura di acquistare!

 

I celiaci hanno diritto alla mensa GLUTEN FREE!

i-celiaci

I celiaci hanno diritto ad un servizio di mensa scolastica e lavorativa adatta alle loro condizioni GLUTEN FREE! Scopriamone tutti i dettagli!

I celiaci soffrono di una forma molto seria di intolleranza alimentare al glutine, questa rende impossibile assumere qualsiasi alimento che abbia anche la più bassa percentuale di glutine al suo interno! È estremamente necessario che il celiaco segua infatti un’alimentazione sana, corretta e priva di glutine!

Proprio per questo la legge prevede il diritto dei celiaci ad una mensa speciale sia per i bambini e quindi a scuola, sia per gli adulti nei luoghi lavorativi!

 

I termini del diritto alla mensa del lavoratore e dello studente celiaco, in luoghi pubblici!

A tutela delle persone celiache, la legge prevede che chi è iscritto ad un istituto pubblico lavorativo o di istruzione ed è affetto da celiachia ha diritto ad un servizio di mensa speciale, che permette di somministrare i pasti privi di glutine e qualsiasi contaminazione!

i-celiaci

Le mense devono dunque essere attrezzate al servizio delle persone celiache! Per questo alle Regioni è dato un fondo annuale per l’acquisto e la conservazione di prodotti gluten free! 

Spetta poi però al lavoratore oppure allo studente in questione, affetto da celiachia, comunicare il proprio bisogno di pasti gluten free.

 

I termini del diritto alla mensa del lavoratore e dello studente celiaco, in luoghi privati!

Ciò che scritto prima vale per tutti gli istituti e gli enti pubblici, ma per quanto riguarda i luoghi privati, purtroppo ancora non esiste una norma che preveda il diritto per il lavoratore o studente celiaco ad avere a disposizione una mensa gluten free!

Tuttavia, esistono tantissime scuole e aziende private che hanno spontaneamente adeguato i propri servizi di mensa alle persone celiache. A tal proposito è giusto sapere che anche all’interno di luoghi privati, i celiaci possono vantare un diritto specifico alla mensa! Tale diritto è ricavabile direttamente dalla tutela costituzionale in cui è imposta la salute e l’integrità fisica. Questo impone ai datori di lavoro e  ai responsabili di istituti privati di considerare le condizioni dei celiaci e di metterli nelle migliori condizioni  possibili!

 

Capelli bianchi: perché compaiono?

capelli-bianchi

Perché compaiono i capelli bianchi? Esistono rimedi ? Si possono prevenire? Leggete l’articolo per scoprire tutte le risposte a queste domande!

La comparsa dei capelli bianchi può diventare fonte di stress, ma keep calm, perché è proprio quest’ultimo a farli comparire.

Ma iniziamo sfatando qualche mito! Innanzitutto è bene sapere che strappando un capello bianco NON ne ricresceranno due. Sapete perché? Per il semplice motivo che un bulbo contiene un solo capello e che strappandolo si crea un trauma al bulbo che comincerà a produrre più sebo, facendo dunque crescere il capello notevolmente più sottile! Quindi vi raccomando non strappate i capelli bianchi che vedrete spuntare, se proprio volete, tagliateli!

Non è detto che bisogna avere 40 anni per avere i capelli bianchi, spesso infatti, crescono prematuramente, intorno ai 20/25 anni!

Quali sono i motivi di questo fenomeno? Scopriamoli insieme!

Per i giovanissimi il fattore principale è legato alla genetica e alla probabile mancanza di melanina!

Succede infatti che i follicoli dei capelli contenenti la melanina, ne rallentino la produzione, con la conseguenza di una progressiva diminuzione di pigmentazione e dunque la perdita di colore nei capelli. È questo il processo che porta alla comparsa dei capelli bianchi!

capelli-bianchi

Gli altri motividella comparsa dei capelli bianchi sono:

  • l’alimentazione sbagliata: può gravare sulla condizione dei nostri capelli rendendoli prematuramente bianchi. In particolare la carenza della vitamina B12 può portare alla formazione dei capelli grigi, è importante quindi mangiare uova, carne e latte che contengono questa vitamina. Per di più la B12 produce i globuli rossi del sangue, che trasporta ossigeno e nutrimento al corpo ed anche al cuoio capelluto!
  • lo stress: seppur non un fattore del tutto incidente, lo stress può provocare dei forti traumi che in qualche modo possono velocizzare la crescita di tali capelli.

Non esistono dei rimedi ai capelli bianchi, o meglio per la loro prevenzione, dunque ahimè i capelli bianchi quando arrivano arrivano, ma ci sono tanti modi per coprirli come ad esempio le tinte, gli spray o il “mascara per capelli”. Il metodo più efficace è sicuramente la tinta, però attenzione a che tipo di tinta scegliete, piuttosto che quelle chimiche preferite l’henné (si può preparare anche in casa) il quale anche se richiede più colorazioni per ottenere un risultato ottimale, è un prodotto naturale e non indebolisce il capello, al contrario delle tinte chimiche che lo danneggiano!

 

Quando la moda ci aiuta!

capelli-bianchi

Per fortuna la moda è dalla nostra parte, i “granny hair” o i cosiddetti capelli della nonna, sono diventati un vero trend. I capelli grigi sono di tendenza, che siano tinti o naturali.

Questo ha dato sollievo a tutte le ragazze che hanno i capelli bianchi sin da giovanissime! Sempre più donne scelgono questo trend:

  • Helen Mirren,
  • Jamie Lee Curtis,
  • Diane Keaton,
  • Miranda Priestly,
  • Sarah Harris,
  • Emma Thompson,
  • Lady Gaga.

Insomma questo è l’esempio lampante di come un “problema” estetico si trasforma in un trend!

Ciglia finte: cosa sono e come applicarle?

ciglia-finte

Le ciglia finte sono un ottimo strumento di seduzione, utili a donare uno sguardo intenso e ammaliante. Ma cosa sono esattamente? Come bisogna applicarle ?  Lo scoprirete leggendo questo articolo!

Le ciglia finte possono essere un valido aiuto per il vostro make-up, sopratutto in occasione di una serata speciale o di una cerimonia! Sono la salvezza per tutte le ragazze che non hanno ciglia tanto voluminose o poco folte; ma anche per chi non riesce proprio a farne a meno e le usano quotidianamente!

Ma attenzione, le ciglia finte possono trasformarsi da migliori amiche alle vostre peggiori nemiche al mondo. La loro applicazione potrebbe svelarsi un vero disastro,  è dunque importante saperle mettere bene, conoscere le tipologie e selezionare quelle più adatte ai vostri occhi!

Sapevate che le prime ciglia finte risalgono agli anni’70 e furono inventate da Paggy S. Jacobs, anche se alcune testimonianze riportano la loro creazione nei primi anni del ‘900!

Le varie tipologie

Esistono diverse tipologie di ciglia finte, che possono essere scelte in base al tipo di look desiderato: look naturale e fresco, drammatico o molto intenso!

Ma veniamo a noi, quelle più utilizzate si chiamano a nastro che seguono l’intera lunghezza dell’occhio: è necessario applicarle facendole aderire bene alla rima cigliare. Possono essere tagliate e incurvate in base alle proprie esigenze.

ciglia-finte

Ci sono poi le ciglia finte a ciuffetto: si tratta di ciglia singole che sono più delicate e leggere e possono essere applicate anche solo in alcune parti dell’occhio, dove per esempio mancano, sono meno folte o verso la fine per dare più profondità all’occhio! Tra le due, queste ultime sono più difficili da applicare, per metterle perfettamente ci vuole pazienza, manualità ed esperienza!

ciglia-finte

Queste sono le due tipologie principali di ciglia finte, esistono però anche quelle colorate, con gli strass, con le piume, a led, quelle magnetiche e chi più ne ha più ne metta. Diciamo che le prime due sono adatte ad un look più sobrio e naturale e quelle colorate per una serata stravagante che richiede un trucco un pò strong!

 

Come applicarle?

Prima di tutto, misurate le ciglia finte sul vostro occhio, se sono troppo lunghe, tagliatele, calcolando sempre una lunghezza minore rispetto a quella del vostro occhio! Per aiutarvi, applicate l’eyeliner in modo da avere una linea su cui poggiare le ciglia finte!

A questo punto dovete applicare le ciglia finte, prima però mettete un velo di colla su di esse e con una pinzetta per le sopracciglia iniziate l’applicazione partendo dall’estremità interna andando verso l’esterno con estrema delicatezza !

Per staccarle poi vi basterà semplicemente tirarle via. Noi vi consigliamo di non azzardare la vostra prima esperienza di ciglia finte in occasione di una serata speciale o cerimonia, fate prima qualche prova ed un pò di pratica e poi potete permettervi di utilizzarle in occasioni importanti.

 

Quanto durano ?

Sappiate che trattandosi di occhi, è sempre meglio acquistare un prodotto di qualità, che vi permetterà inoltre di riutilizzarle più volte (ricordate però di rimuovere la colla dopo ogni utilizzo).

Quando state per rimuoverle, ammorbidite la colla con un dischetto di cotone bagnato con acqua micellare. Poi poggiatele su di una salvietta o un panno ed eliminate bene ogni residuo con un bastoncino di cotone!

Eccovi tutti i segreti per applicare le ciglia finte in maniera corretta! Fateci sapere le vostre esperienze !

Brufoli sottopelle: cosa sono e come eliminarli?

brufoli-sottopelle

Brufoli sottopelle: scopriamo insieme tutto ciò che c’è da sapere per combatterli nel migliore dei modi!

 

I brufoli sottopelle sono dei tremendi foruncoli antiestetici, che non si possono schiacciare perché non hanno la “testina” bianca, non si coprono facilmente, arrossano la zona interessata e provocano dolore, rovinando l’intero incarnato, insomma un vero e proprio dramma femminile! Cosa fare per eliminare questi odiosi brufoletti? Iniziamo dal principio e scopriamo cosa sono e quali sono le cause della loro comparsa!

Cosa sono i brufoli sottopelle?

I brufoli sottopelle si presentano come delle sottospecie di protuberanze sottocutanee che possono essere di varie dimensioni e forme.

brufoli-sottopelle

Esistono essenzialmente due tipi di brufoli sottopelle:

  • le pustole: piccole, rosse, infiammate e contenenti pus ma senza testina bianca;
  • le papule: sempre piccole, non sempre arrossate e senza testina.

Spesso i brufoli sottopelle si presentano a gruppi e sono i peggiori da eliminare.

È importante sapere come trattare questi brufoli, sappiate che premendoli potreste andare incontro alla creazione di una cisti, quindi a volte se non vi rivolgete ad un dermatologo, è meglio lasciar stare.

Cause dei brufoli

I brufoli sottopelle si formano solitamente in seguito a processi infiammatori del follicolo, all’interno del quale si accumulano pus e batteri. Le cause che provocano questo processo possono essere diverse:

  • alterazioni ormonali: nell’adolescenza o nel periodo premestruale o durante la gravidanza;
  • scarsa detersione della pelle: se non ci si deterge bene è più probabile che si accumulino le impurità che di conseguenza ostruiscono i pori e causano la formazione dei maledetti brufoli sottopelle;
  • utilizzo di prodotti troppo aggressivi o irritanti: è importante individuare il proprio tipo di pelle e trovare i prodotti adatti ad essa;
  • eccessiva produzione di sebo;
  • stress o uno stile di vita non regolare;
  • eccessivo consumo di fumo o alcolici;
  • alimentazione scorretta;
  • eccessiva esposizione al sole!

Come rimediare ai brufoli?

Sicuramente non con la spremitura! Si sa, tutte le donne alla vista di un brufolo, non possono fare a meno di schiacciarlo, ma quando la testina non è visibile e non è bianca ma solo sensibile al tatto, non dovete assolutamente cercare di premere per far uscire il pus! L’unico risultato che otterreste sarebbe quello di duplicare il problema e poi dover fare i conti con una cisti, una cicatrice o un’infezione!

Quindi la soluzione migliore (seppur banale) per combattere i brufoli sottopelle è quella di adottare una corretta routine che comprenda:

  • detergente per il viso che sia purificante ma che al contempo non disidrati la pelle;

brufoli-sottopelle

  • un trattamento idratante e lenitivo per ristabilire l’equilibrio della pelle;
  • un trattamento che permetta di calmare l’infiammazione;
  • una crema o un gel che asciughi l’eventuale sebo in eccesso e che esfoli la pelle!

Non dimenticate inoltre di scegliere i prodotti per la vostra routine con un criterio preciso e adatto alle vostre esigenze, leggete bene gli INCI prima di acquistare e assicuratevi di prendere prodotti senza parabeni e paraffine possibilmente biologici e con prodotti naturali. Se la vostra è una condizione difficile da trattare in casa, rivolgetevi ad un dermatologo, altrimenti potreste peggiorare la vostra condizione!