Come risparmiare con il conto deposito: il mio sistema per accantonare una parte del mio guadagno

Widiba conto deposito

Una delle domande più diffuse di tutte noi giovani mamme e donne del nuovo millennio è: come risparmiare? La risposta è semplice: con il conto deposito!

Ai miei genitori e ai miei nonni il risparmio “veniva facile”.

E’ parlando con i miei coetanei che mi rendo conto quanto questo sia un argomento alquanto delicato.

E’ vero, spesso si guadagna così poco che, ci si deve ritenere fortunati se si arriva a fine mese, sostenendo tutte le spese e gli imprevisti che purtroppo ci sono e sono da considerare nel budget mensile.

Da libera professionista ormai da 12 anni, vi confesso che il mio più grande problema è sempre stata l’IVA.

Sì, l’IVA che ogni tre mesi sei costretta a riversare e che non devi considerare quando ti saldano una fattura.

Non ve lo dico neanche le lotte con il mio IO interiore, quando vedo un bonifico accreditato e devo sforzarmi di non considerare tutta la cifra ma solo una parte.

Ad ogni modo, dopo anni e anni finalmente sono riuscita ad accettare tutto ciò, pur non comprendendone il perché e allora mi sono fatta furba e ho adottato un metodo per togliere automaticamente questo costo fisso e mettere da parte anche qualcosina.

Quest’operazione è risultata piuttosto semplice con il conto WIDIBA e il suo conto deposito.

Cosa ho fatto praticamente?

Ho impostato sul mio conto personale un versamento automatico e fisso, che ogni mese dal conto corrente Widiba viene trasferito su un conto deposito.

Questo dà la possibilità di “bloccare” i soldi sul proprio conto corrente e con banca Widiba puoi scegliere tra due linee diverse di risparmio: la linea libera e la linea vincolata.

Con la linea libera di Widiba

  • sposti i tuoi risparmi tra conto e Linea Libera quando vuoi
  • imposti gratis un trasferimento periodico
  • tieni il tuo saldo sotto controllo grazie ai trasferimenti automatici a soglia

In questo modo e versando una cifra costante, a fine anno mi ritrovo dei risparmi che cerco di toccare il meno possibile non solo, infatti l’importo accantonato sulla linea libera genera gli stessi interessi del conto corrente.

Widiba conto deposito

Con la linea vincolata di Widiba invece:

  • hai guadagno variabile in base alla durata che scegli
  • liquidi gli interessi alla scadenza del vincolo
  • hai 0 costi di attivazione e chiusura vincolo

Per quanto riguarda il discorso dell’IVA, anche in questo caso, ho fatto più o meno la stessa operazione su un secondo conto che ho aperto sempre su Widiba, insieme a mio marito.

Qui praticamente gestisco tutte le spese e l’iva versandola mensilmente sempre nel “borsellino” lo chiamo così, che non tocco, perché da lì attingerò ogni trimestre per pagare l’iva e poi a fine anno per le tasse.

Ebbene sì, se come me fate un lavoro autonomo o siete professionisti con partita IVA e senza regime dei minimi, ricordate sempre che del vostro guadagno al netto, dovete ritenere vostro “stipendio” circa il 50% dell’incassato mentre il restante sono tasse da versare all’erario.

Widiba conto deposito

Seguendo questi piccoli accorgimenti, posso assicurarvi che a Giugno/Luglio, quando il vostro commercialista vi chiamerà per dire che è arrivato il momento di pagare, lo farete con tranquillità, perché precedentemente avevate già pianificato tutto e, se siete stati bravine, vi troverete anche un piccolo gruzzoletto da spendere in borse, scarpe e giocattoli per i vostri bambini.

 

Perché si sa, alla fine noi mamme siamo sempre previdenti!!!

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.