Condé Nast USA licenzia ben sessanta dipendenti

conde-nast-building-new-york

Voguette tremate perchè presto dovrete ahimè mettere l’ultimo rossetto regalato dalle case cosmetiche dentro la borsetta e custodirlo come un gioiellino.

Sì perchè la Condé Nast ha intenzione di varare un iano di licenziamento straordinario per far fronte al delicato periodo di crisi americano.

E per Natale sono previsti tagli e licenziamenti per ben 60 dipendenti per una riduzione del budget di oltre il 10%.

Sì infatti sembra che con l’avvento dei bloggers e dei portali web le vendite dei giornali siano notevolmente calate anche a New York e le aziende e griffe sono disposte a pagare sepre meno per la pubblicità.

I titoli che maggiormente hanno subito il crollo pubblicitario sono proprio i meno venduti, ossia Brides, GQ, Self, Conde Nast Traveller e Wired.

I tagli quindi saranno concentrati su queste riviste ma anche Vogue e Vanity Fair subiranno un ridimensionamento dell’organico.

La prossima ad abbandonare la poltrona dopo ben sei anni sarà Susan Portnoy, la responsabile comunicazione per la Fashion’s Night Out. A sostituirla Patricia Steele.

Insomma sembra che oggi la 4a Strada di Times Square non sia proprio il posto più diveretente per lavorare!!!

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.