Quest’estate ti sposterai solo in moto per le tue vacanze!

Estate 2016: mare o montagna non importa, basta che sia in sella ad una moto!

Cresce la passione per le due ruote tra gli italiani, in aumento del 150% i fan di TrueRiders. Da PaesiOnLine due idee di viaggio in sella al proprio bolide

Si prospetta un’estate “rombante” per molti italiani! Dall’inizio dell’anno, infatti, è sensibilmente aumentato il numero di appassionati del mondo delle due ruote, come conferma anche TrueRiders portale per gli appassionati di viaggi in moto, che in questi primi 5 mesi del 2016 ha visto i suoi utenti aumentare del 150%. Per rispondere alle esigenze di un segmento in così rapida crescita, il portale, in collaborazione con PaesiOnline, leader nel settore dei viaggi online, ha deciso di suggerire due itinerari in vista delle vacanze estive, uno in montagna e uno al mare. Ma entrambi rigorosamente in moto!

Moto

La prima delle due proposte di viaggio si snoda tra le strade del Salento, con lo splendido panorama offerto dalle acque cristalline dell’Adriatico e dello Ionio, le costruzioni barocche, ma anche la cucina e la natura incontaminata. Partendo da Lecce, la “capitale barocca del sud Italia”, e passando sulla ampia SS101 in direzione Gallipoli, con il suo centro storico costruito sulla penisola che protende verso il mare. Immancabile una deviazione verso Porto Cesareo, alla volta di Punta Prosciutto, una delle spiagge più belle di tutta Italia. Da Gallipoli si arriva a Leuca, la “punta dello Stivale”, dove è situato l’imponente Santuario di Santa Maria de Finibus Terrae, così chiamato perché si trova proprio alla “fine della Terra”.

moto

Il secondo itinerario di viaggio, invece, si snoda lungo la catena delle Dolomiti, suggestive d’inverno così come d’estate, da Bolzano, capoluogo dell’Alto Adige, fino a Cortina d’Ampezzo, la Regina delle Dolomiti. Sono numerose le strade che mettono in comunicazione le due città, ma vale la pena provare la SS241, che, prima di giungere nella Val di Fassa attraversa luoghi unici, come il Lago di Carezza, uno dei più importanti bacini alpini, i cui colori disegnano un vero e proprio arcobaleno nell’acqua. Imperdibile poi Moena, la “fata delle Dolomiti”, con le sue case abbellite da balconi fioriti e nella quale si può assaggiare il famoso Puzzone, un formaggio dall’odore caratteristico e dal sapore particolarmente deciso. Splendido il percorso disegnato dalla SS48, che attraversa la Val di Fassa e arriva fino a Canazei, da dove si può seguire l’itinerario del Sellaronda, i quattro passi dolomitici più celebri (Pordoi, Campolongo, Gardena e Sella), amati dai motociclisti e non solo.

Moto

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.