L’invitation au Voyage Louis Vuitton – David Bowie e Arizona Muse arrivano a Venezia

L'invitation au Voyage_LV_DB

In un omaggio alla Serenissima e alla sua storia senza tempo, si sposta a Venezia il secondo capitolo dell’intrigante campagna saga L’invitation au Voyage Louis Vuitton, un viaggio al confine tra fantasy e arte drammatica.

Partita dai cortili del Louvre di Parigi a bordo di una mongolfiera la protagonista Arizona Muse arriva nel cuore della notte in una deserta e affascinante Piazza San Marco.

Estasiata dalla bellezza del luogo, Arizona si dirige verso le logge della piazza, attraversa le calli e i campi e, incuriosita da una musica ammaliante, apre le porte di un magnifico palazzo…

David Bowie è seduto al clavicembalo e indossa il meraviglioso orologio Tambour Evolution. I loro sguardi s’incrociano.

Sedotto dal fascino e dall’eleganza di Arizona, David Bowie suona una versione unica e singolare della canzone “I’d rather be high” per la misteriosa donna.

La musica si rivela magica: all’improvviso Arizona si ritrova immersa in mondo fantastico, un grande ballo in maschera in stile veneziano.

Arizona Muse chiude gli occhi e fantastica. Quando li riapre s accorge che è stato solo un sogno, David Bowie non è più lì, ma Arizona trova lo spartito della canzone nella sua borsa Vivienne Louis Vuitton.

Ispirata da ciò che è successo va incontro al proprio destino: un antico veliero cinese la sta aspettando sul Canal Grande, e riparte con lei a bordo, lasciandosi alle spalle l’atmosfera magica di Venezia.

DEI 220x285 B-BALL1 FR_A
L'invitation au Voyage_LV_Venezia_2
DEI 220x285 B-SINGER1 FR_A

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.