La depressione post partum: COMBATTERLA E SORRIDERE

Non sono psicologa o dottoressa, sono semplicemente una donna già parecchio complicata, mamma di due splendidi gioielli.

Nel percorso di vita che ci porta a tutto questo, ci saranno dei momenti no, decisamente negativi, che ci faranno sentire inadeguate nella figura e nel nuovo vestito.

La depressione post partum… un tema difficile da trattare, spesso tabù, rompiamo questi paletti e confrontiamoci.

Sono convinta che chiunque abbia avuto una gravidanza serena e non, ad un certo punto della sua vita, da neomamma o futura si sia sentita “strana”.

Saranno gli ormoni, la nuova condizione fisica o i cambiamenti che avverranno da lì a breve ma tutti ci troviamo a confrontarci con qualcosa di nuovo e le novità non portano solo euforia e gioia come è giusto che sia.

La depressione può avere diversi livelli e può e “deve” essere una condizione temporanea.

Possiamo affrontarla senza aiuto di medici? Io credo di sì ma solo se sappiamo riconoscerla e capire come combatterla, altrimenti è opportuno farsi aiutare (ovviamente in quest’articolo parliamo di uno stato iniziale e fisiologico, che se non affrontato potrebbe sfociare in qualcosa di serio).

Mature woman gives solace to crying adult daughter with baby at home
Mature woman gives solace to crying adult daughter with baby at home

La depressione può presentarsi come un lieve malessere o presentarsi come un attaccamento eccessivo ai figli.

Il rapporto che si crea con loro è qualcosa di unico e speciale, nessuno può capirlo; purtroppo però da neomamme dobbiamo comunque confrontarci con la realtà esterna: i canoni imposti dalla società che ci vogliono magre e perfette quando noi siamo prese dai gonfiori causati da allattamento e ormoni impazziti; il rientro a lavoro, che ci vuole belle e pimpanti dopo appena 4 mesi, quando noi abbiamo dormito solo un paio d’ore la sera prima e quello che vorremmo è semplicemene restare con i nostri bimbi; il legame con i vostri cari e vostri amici, che non vi capiscono e aiutano come voi vorreste.

In ogni avvenimento quotidiano potremmo sentire che qualcosa non va e allora se a voi capita qualcosa del genere, se ad un certo punto sparisce il sorriso dal vostro viso…MOLLATE TUTTO, PRENDETEVI CAFFE’ con le vostre amiche, FATEVI UN MASSAGGIO, staccate la spina e DEDICATEVI A VOI, anche solo per 10 minuti… ricordatevi che siete donne oltre che mamme e per far bene il “secondo lavoro”, dovete sentirvi adeguate nel primo.

 

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.