Libri in gravidanza, quali leggere per affrontare i 9 mesi al meglio

libri in gravidanza

Siete mamme pancine? Allora avete tantissimo tempo per leggere libri in gravidanza, e noi vi suggeriamo i più interessanti

Quando aspettavo la mia prima bimba, Alice, ho passato i primi gran parte della gestazione a letto, forzosamente. Va da sé che avevo tantissimo tempo per leggere libri in gravidanza, e così ho fatto… forse perché già immaginavo che dopo avrei avuto tempo per farlo, e quindi mi sono portata avanti con il lavoro!

Ho divorato manuali legati alla gravidanza, poi sono passata a quelli a tema maternità, praticamente ho svaligiato la libreria.

Ho sempre amato leggere, ma in quella fase i libri in gravidanza mi sono parsi fondamentali per aiutarmi a capire meglio cosa stava accadendo al mio corpo, cosa mi dovevo aspettare dal parto e, soprattutto, dalla futura maternità.

Vi state chiedendo se tutte queste letture sono state utili? Decisamente sì. Mi sono fatta un’idea di cosa mi aspettasse e, tra le migliaia di pubblicazioni sul tema, ho capito quali valesse davvero la pena leggere.

Libri in gravidanza: Il linguaggio segreto dei neonati di Tracy Hogg

Partiamo dal primo, un vero classico.

Ho iniziato a leggerlo in gravidanza, poi l’ho riletto quando Alice aveva poche settimane e l’ho sfogliato a lungo nel suo primo anno di vita.

libri in gravidanza

La mia copia è piena di annotazioni, post it, tipo testo universitario.

E’ una bibbia, me l’ha regalato la mia migliore amica qualche mese prima del parto e l’ho santificata. Non credevo che un libro potesse insegnare tanto: come interpretare il linguaggio dei neonati distinguendo i diversi tipi di pianto e leggendo i movimenti del corpo, come rispettarlo come persona fin dalle prime ore di vita, come far fare la ninna insegnando l’indipendenza. Tracy Hogg con esempi concreti e storie realmente vissute, aiuta i neogenitori a capire i desideri di quel minuscolo esserino che tengono tra le braccia.

Illuminante, davvero.

Libri in gravidanza: Un bambino felice di Harvey Karp.

Avevo sentito parlare di questo famosissimo pediatra americano e della magia delle 5 S per calmare i neonati:

  • Swaddling – fasciarli il neonato
  • Side/Stomach position – posizione sul fianco o sulla pancia
  • Shushing – sussurrare il suono “ssshhh”
  • Swinging (and jiggling) – cullarlo e dondolarlo
  • Sucking – succhiare il seno

Ho messo in pratica i suoi consigli con entrambe le mie bambine e…meraviglia! Le ho portate in fascia fino quasi ad un anno, le ho allattate a lungo con estrema soddisfazione di entrambe e ancora oggi, per calmare la duenne Ilaria quando ha sonno, è stanca ed entra nel loop del pianto, non c’è nulla che funzioni più dello “shhhh”.

Cercate su Youtube i suoi video, io sono rimasta stregata dalla semplicità con cui riesce a tranquillizzare i neonati.

Libri in gravidanza: E se poi prende il vizio? di Alessandra Bortolotti

Ho tenuto questo testo per ultimo perché l’ho amato sin dalle prime righe.

Consigliato dall’ostetrica con cui ho fatto il corso pre-parto, mi ha illuminato su una serie di tormentoni che, puntualmente, mi sarebbero stati detti una volta diventata mamma.

libri in gravidanza

Ormai certe affermazioni (fatte sempre, guarda caso, da chi figli non ne ha o da chi ne ha avuti…40 anni fa!) mi scivolano addosso, ma da neo mamma ricordo che mi mettevano mille dubbi e mille sensi di colpa.

“Lo tieni sempre in braccio? Ma guarda che poi prende il vizio! Lo allatti ancora tu? Ma così diventi schiava. Dorme in braccio? E’ capriccioso!”

Quando diventi mamma preparati ai consigli non richiesti, agli assolutismi e ai giudizi. Ecco, questo libro è da leggere per mandare (più o meno silenziosamente) a quel paese chi si permette di dirvi cosa fare con vostro figlio.

Non ci sono metodi uguali per tutti, i bimbi sono unici come sono unici i genitori che devono poter compiere scelte e crescerli lasciando da parte i pregiudizi culturali, ascoltando solo il proprio cuore e il proprio istinto.

A me è stato utilissimo questo libro sulla questione dormire nel lettone. Alice ha dormito con noi finché il mio pancione (aspettavo Ilaria) lo ha consentito.

Me ne dicevano di ogni, paragoni con altri bambini ma io sapevo che era una esigenza sua e anche nostra. Poi, un giorno, come per magia, Alice ha preferito il suo lettino. Con buona pace di tutti i Soloni.

Viaggiatori si diventa: I LIBRI CHE FANNO VIAGGIARE

LIBRI CHE FANNO VIAGGIARE

Ma quali sono i libri che un amante dei viaggi non può assolutamente perdersi?

I 7 LIBRI CHE FANNO VIAGGIARE

Vi ricordate il mio articolo a proposito dei film che facevano venire voglia di viaggiare?

Perché chi desidera ardentemente scoprire il mondo non è in grado di tenere un atteggiamento distaccato e razionale di fronte al racconto di un viaggio straordinario che sia un film o un libro.

Ma i libri oh si quelli si che ti fanno viaggiare!

I migliori compagni di viaggio sono i libri: parlano quando si ha bisogno, tacciono quando si vuole silenzio. Fanno compagnia senza essere invadenti. Danno moltissimo senza chiedere nulla

Questo aforisma è di Tiziano Terzani, un uomo che nella sua vita è riuscito a vestire con una passione infinita sia i panni del viaggiatore che quelli dello scrittore. Un pensiero che rispecchia la realtà, perché un buon libro è uno dei pochi oggetti che non possono proprio mancare nello zaino di chi gira per il mondo.

E allora perché non farlo? Perché non partire per seguire lo stesso percorso descritto in un libro che ha lasciato il segno su di noi?

Si tratterebbe di un ottimo modo per conciliare due attività meravigliose come la lettura e il viaggio: prima leggi viaggiando con la mente, poi viaggi realmente con il libro nello zaino.

Se l’idea ti piace ma non sai da dove partire, ecco una lista di 5 libri che hanno ispirato milioni di persone a mettersi in viaggio.

LIBRI CHE FANNO VIAGGIARE

Prima di diventare un’icona, prima di trasformarsi nel simbolo di un’ideologia, prima di essere un rivoluzionario, prima ancora di scrivere quel diario che sarebbe stato letto da milioni di persone in giro per il mondo, Ernesto Che Guevara era uno studente di medicina che voleva scoprire personalmente il Sud America.

“Latinoamericana.I diari della motocicletta” racconta proprio quel viaggio straordinario che il 21enne Ernesto voleva compiere a tutti i costi, percorrendo “8.000km in quattro mesi” in sella alla sua motocicletta.

Non solo un viaggio, quindi, ma anche una presa di coscienza spirituale e soprattutto sociale del continente che i due giovani studenti amavano tanto: scoprire luoghi meravigliosi, di fronte ai quali l’uomo si sente piccolo, e parallelamente vedere la povertà delle popolazioni locali e indigene, ebbe un impatto fortissimo soprattutto su Ernesto, che annotò sui suoi diari tutto ciò che vedeva e provava durante il viaggio. “Quel vagare senza meta per la nostra Maiuscola America mi ha cambiato più di quanto credessi, scrisse.

LIBRI CHE FANNO VIAGGIARE

Il libro di Jon Krakauer è da anni una grande fonte di ispirazione per i viaggiatori di tutto il mondo.

L’autore statunitense ha raccontato per filo e per segno l’avventura di Christopher McCandless, concentrandosi in particolar modo sull’ultimo tratto del suo viaggio, quello che lo condusse nell’Alaska più selvaggia e infine alla morte.

Il percorso su cui molti si avventurano dopo aver letto il libro è lo Stampede Trail, in Alaska, un sentiero che si può affrontare con un viaggio organizzato ma anche da soli. Un viaggio che ti cambia la vita.

Un grande classico è il coast to coast americano sulle orme di Kerouac.

L’autore statunitense fu uno dei primi a svelare il lato trasgressivo e alternativo del viaggio, e lo fece cinquant’anni fa con il suo romanzo più famoso.

On the Road, oltre ad essere una delle opere più importanti della Beat Generation, fu anche uno dei libri di riferimento per tutti gli amanti dei viaggi on the road. Quelli, per intenderci, dove c’è un veicolo, una strada apparentemente infinita e nessun tipo di organizzazione.

LIBRI CHE FANNO VIAGGIARE

Non si può parlare di libri e viaggi senza citare Bruce Chatwin.

L’autore inglese ha raccontato le sue scoperte in giro per il mondo con uno stile unico, fatto di lunghe divagazioni di natura scientifica, storica e culturale.

Il suo capolavoro è In Patagonia, il diario di un viaggio straordinario che intraprese nel 1974, ma che nacque molto prima.

Il suo libro racconta quel viaggio tra Argentina e Cile, ed è considerato unanimemente una delle opere più importanti sul viaggio come scoperta.

Leggerlo vi farà venire una voglia irrefrenabile di visitare le terre estreme del Sud America, e l’aspetto positivo è che si può fare lo stesso tragitto di Chatwin ancora oggi, senza grandi differenze rispetto ai tempi dello scrittore inglese.

LIBRI CHE FANNO VIAGGIARE

 

Shantaram è un romanzo su cui c’è poco da dire, perché merita di essere letto dall’inizio alla fine senza condizionamenti.

Una cosa è certa: seguire le vicende del protagonista vi farà desiderare di visitare l’India, e Bombay in particolare.

Roberts racconta con novizia di particolari e sconfinata passione tutte le meraviglie e le contraddizioni di questo paese enorme e ricco di tradizioni.

Non è propriamente un libro che racconta un viaggio, ma se la vostra prossima destinazione è l’India, non potete assolutamente partire senza prima aver letto Shantaram.

LIBRI CHE FANNO VIAGGIARE

Nel 1993 Tiziano Terzani decise di non prendere aerei per un anno intero, seguendo il consiglio che quasi vent’anni prima gli fece un indovino a Hong Kong.

Da questo fatto curioso nacque uno dei libri più amati dagli amanti del Sud-Est Asiatico.

Un indovino mi disse è una lettura che non può proprio mancare se avete intenzione di visitare il Laos, la Thailandia, la Birmania, Singapore o la Cina, soprattutto perché Terzani racconta questi luoghi in una maniera estremamente coinvolgente e interessante: il suo racconto è più umano, perché si concentra spesso e volentieri sulle persone e sulle esperienze di vita.

Per un amante dei viaggi e dei libri, non c’è modo migliore di coniugare queste due passioni: leggere Un indovino mi disse e partire per l’Asia è un’avventura indimenticabile, che lascia il segno.

LIBRI CHE FANNO VIAGGIARE

Infine un libro che tratta il tema del viaggio in senso spirituale.

Ne L’alchimista, Paulo Coelho racconta la storia di un giovane pastore spagnolo che decide di inseguire i suoi sogni e abbandonare l’Andalusia per mettersi in marcia verso luoghi remoti, alla ricerca di tesori inestimabili che aveva immaginato e che lo porteranno fino in Egitto.

Si tratta di un libro che ha dei risvolti fortemente motivazionali, che non a caso ha permesso a migliaia di persone di trovare il coraggio di credere nei propri sogni.

Perché, come scopre il protagonista del romanzo, la vita non è altro che un viaggio: ci saranno ostacoli sulla nostra strada, ma anche bellezza e amore, e l’unica cosa che dobbiamo fare è continuare a credere nei segnali che l’universo ci mostra.

Il giovane pastore aveva sognato un tesoro, che esisterà finché lui continuerà a credere fortemente nella sua esistenza. Proprio come i nostri obiettivi saranno raggiungibili finché continueremo a credere che lo siano.

Se vi piace viaggiare e volete ritrovare la bussola in questo lungo viaggio chiamato vita, “L’alchimista” è il libro che fa per voi.

 

E il vostro libro preferito qual’ è?

Vi aspetto al prossimo ‘viaggio’

La vostra

Mari LittleBells

 

 

 

Libri belli da leggere: top ten autunno

libri belli da leggere

Libri belli da leggere: top ten autunno quando le giornate si accorciano e i momenti sul divano aumentano.

In autunno le giornate sono più buie e non mancano piogge o cattivo tempo che non fa venire voglia di uscire, che si fa in casa? Si legge: top ten libri!
In un articolo passato parlavo di tutti i benefici della lettura e dell’effetto positivo di un semplice libro al nostro cervello; se d’estate tra mare e party in spiaggia, non avete avuto tempo da dedicare ad un buon libro, magari è tempo di farlo in autunno.

TOP TEN: libri belli da leggere

In caso di cattivo tempo, la permanenza forzata in casa può essere davvero noiosa; invece di passare la giornata davanti alla tv o in attesa del ritorno del bel tempo, dedicatevi alla lettura di un buon libro.
Ecco per voi la top ten libri da leggere in autunno!
top ten libri
TOP TEN LIBRI: C’E’ SEMPRE TEMPO PER  DEI LIBRI BELLI DA LEGGERE
1.Il racconto dell’ancella
Margaret Atwood nel 1985 ha scritto “Il racconto dell’ancella”, un romanzo distopico che dopo trent’anni dall’uscita in libreria, è tornato al centro dell’attenzione.
L’opera racconta del futuro degli USA dopo che il potere finisce nelle mani di una setta religiosa, misogina e maschilista, che azzera i diritti delle donne trasformandole in semplici strumenti per la riproduzione.
Il libro parla di donne fertili che, dopo essere private della loro identità, sono nominate ancelle col l’arduo compito di dare una prole ai gerarchi le cui mogli sono sterili.
top ten libri
L’autrice è canadese ed ha vinto ben cinque volte il Premio Pulitzer; il suo tratto distintivo è la grande attenzione alla tematica ambientale e del femminismo.
2. Nessuna notizia dello scrittore scomparso
Emma ha avuto, in passato, una relazione con un noto autore thriller, Pietro Severi; i due non si sentono da tempo, fino a quando Emma non riceve una busta del suo ex amante, esattamente nel giorno in cui viene annunciata la scomparsa di Pietro.
Cosa trova nella busta la protagonista?
Sicuramente non un lettera di addio di Pietro, bensì strane notizie di un padre assassino e di un figlio in difficoltà.
Cosa farà di queste notizie Emma? Sarà pericoloso essere venuta a conoscenza di questi avvenimenti?
Lo scoprirete solo leggendo questo romanzo, al secondo posto della top ten libri, che mette in luce tutto il potere della parola scritta!
3. Il mago e la figlia del boia
“Il mago e la figlia del boia”  è il quarto capitolo delle saga dedicato alla figura di Jakob Kuisl, boia di Schongau, capostipite della famiglia dell’autore Oliver Potzsch.
In questo riuscitissimo romanzo storico, Oliver Potzsch ambienta la trama nella Baviera del XVII Secolo, quella della sua infanzia e racconta in un’intervista:

“Da bambino e da ragazzo ho vissuto nella zona dei laghi bavaresi a sudovest di Monaco, il Wörthersee, il Pilsensee, il Weißlinger See e appunto l’Ammersee. Il monastero di Andechs era per noi un punto di riferimento, un ago che spuntava dal paesaggio montuoso e rappresentava il centro del nostro piccolo mondo. Tra i boschi e sui sentieri lacustri di questa zona sono nate molte delle mie prime storie, nelle quali ho spesso intrecciato saghe e leggende locali”

4. La lunga notte di Adele in cucina
Tra i top ten libri troviamo La lunga notte di Adele in cucina di Livia Aymonino, romana di nascita e newyorkese e milanese d’adozione.
Se sceglierete di leggere questo libro scoprirete l’amore che la scrittrice ha per la cucina; si tratta di un romanzo-ricettario o, ancora meglio, un ricettario romanzato. 
Le pagine sono un percorso tra grammi e gradi di cottura della cucina del mondo.
Ecco una delle piccole perle dell’autrice:

“Il cioccolato è severo, non è vero che consola. Sta diritto dentro una rigida tavoletta a quadratini, lo devi trinciare, spezzettare, sciogliere nel brodo primordiale del bagnomaria, prima di renderlo duttile, morbido, flessuoso, pronto per l’uso”.

5. Non tornare indietro
Ambientato a Spilling, in una mattina come tutte le altre, Nicki sta portando i figli a scuola e vede la polizia davanti ad una villetta, in cui si è consumato l’omicidio del famoso opinionista Damon Blundy.
Le telecamere di sorveglianza non hanno registrato nulla di strano, tranne una macchina che si è allontanata bruscamente, quella di Nicki., che è ora nei guai.
Sophie Hannah è la regina indiscussa del thriller psicologico e vi lascierà col fiato sospeso fino all’ultima pagina.
Hanno parlato del suo libro:
The Guardian: “Tutto ciò che è prodotto dalla penna di Sophie Hannah è avvolto da un affascinante enigma”
The Times: “Un nuovo avvincente romanzo. Sophie Hannah si riconferma la regina del thriller psicologico”
Independent On Sunday: “Una catena di colpi di scena che mette alla prova il lettore. Vi coinvolgerà fino all’ultima pagina”
6. Il rifugio delle ginestre
Elisabetta Bricca, con il suo romanzo d’esordio, vi trasporterà nel cuore di tradizioni passate, raccontando del potere dell’amore e degli affetti, capaci di perdonare e superare qualsiasi ostacolo.
Sveva lavora da anni a Roma come copywriter e deve ritornare in Umbria nel casale dove ha trascorso la sua infanzia, per mantenere la promessa scambiata sul letto di morte con la mamma.
E’ arrivato il momento di dare una risposta ad una domanda che la attanaglia da anni: Chi è suo padre?
7. La vita in due
Russell Green ha tutto quello che si possa desiderare dalla vita: una moglie fantastica, un’adorabile bambina di cinque anni, una carriera ben avviata e una casa elegante.
Nell’arco di pochi mesi, la sua vita cambia e si trova senza moglie e lavoro, solo con la figlia London.
Davanti a lui ci sono solo due alternative, lasciarsi sconfiggere dalla vita o avere la meglio; cosa sceglierà?
8. Gli effetti collaterali delle fiabe
Melissa è molto lontana dal tipo di vita che aveva sperato di avere, mentre Stefano Marte è esattamente dove vuole essere, a capo di un’azienda domotica di successo internazionale.
Le vite di Melissa e Stefano si incrociano, nasce una bella sintonia tra i due e lui le promette il lavoro dei suoi sogni, l’opportunità per riscattarsi e di dimostrare il suo valore. Rifiutare non è un’opzione.
Quello che Melissa non sa è che ogni fiaba ha i suoi tranelli e le sue magie.
9. Mad, nessun limite
Al penultimo post della top ten libri, un romanzo black che parla di Alvina Knightly, una donna nata col cuore a destra, la cui vita è andata tutta nel verso sbagliato.
top ten libri
La vita le offre l’occasione di prendere il posto della sua gemella, Elizabeth, buona, ricca e altruista.
Come fare questa sostituzione? Elisabeth deve morire!
10. Boss man
Reese Annesley è una giovane esperta di marketing, che per colpa di un flirt con il suo capo è costretta a lasciare un lavoro che ama.
Mentre è a cena con un accompagnatore, tutt’altro che interessante, telefona ad un’amica chiedendole di salvarla da quell’appuntamento; un uomo le si avvicina e la rimprovera per il suo modo di fare, i due discutono e quando lei torna al tavolo lo sconosciuto, Chase, facendo finta di conoscerla, si avvicina al loro tavolo raccontando a tutti una storia assurda.
Reese e Chase diventano amici e lui la aiuta a trovare un nuovo posto di lavoro nella sua azienda; si innamorerà di nuovo del suo capo?