Pitti Bimbo 2014: la mia esperienza tra le mamme blogger

Senza titolo

Sabato scorso come già anticipato qui ho partecipato al Pitti Bimbo 2014 come mamma tra le mamme blogger.

Era la prima volta che affrontavo ore ed ore di viaggio per una fiera… ma così, un pò per incoscienza ed un pò per lavoro:) ho deciso di affrontare quest’avventura portandomi dietro anche il piccolo Claudio.
Purtroppo non potevo lasciarlo a nessuno, i nonni lavorano tutti, mio marito anche; Bari-Firenze è una tratta non collegata (dovevo arrivare in aereo a Pisa, oppure fare Bari-Roma / Roma-Firenze in treno come ho fatto alla fine io).

Senza titolo
Proprio per questo motivo era impensabile fare tutto in giornata.
Ho così deciso di portare mio figlio con me (per fortuna mi ha raggiunto mia sorella da Pisa per darmi una mano durante la mia visita al Pitti).
Da dove comincio…per quanto riguarda la fiera posso dire che stata veramente carina: tantissimi brand, nuove realtà da conoscere e scoprire (per una mamma blogger come me è stato bellissimo)…come esperienza umana posso solo dire una cosa DELUSIONE!
All’ingresso non mi volevano far entrare con il bambino, o meglio non volevano il passeggino, il bambino in qualche modo poteva entrare (che poi dico, un bambino fermo nel passeggino è sicuramente meno “pericoloso” che in giro a zonzo con i suoi piedini).
Mi hanno detto: “portalo alla nursery”, ok, sono andata a vederla e vi posso assicurare che non avrei lasciato mai e poi mai mio figlio in balia di 3 ragazze in una struttura simile ad una palestra, sporca, aperta a tutti, dove potevano stare bambini fino a 12 anni senza una zona separata per i più piccoli e senza neanche giochi a disposizione per loro se non 2 gonfiabili…bah!
Detto questo mi sono impuntata e alla fine mi hanno fatta entrare con il bambino che non ha dato fastidio a nessuno, ma la loro frase è stata: “se prendi un cane sei consapevole che non può entrare ovunque!”
Senza titolo
con la tata zia Gabri!!!!

Vi ho detto tutto, hanno avuto il coraggio di paragonare il bambino ad un animale.

Organizzazione ed umanità da questo punto di vista uguale a 0.
Mi hanno anche detto che il Pitti Bimbo non è un luna park ed è vero, ma questo sta all’educazione di chi vi partecipa, come in tutte le cose.
Certo poi, se non mettono a diposizione un bar attrezzato o un fasciatoio in bagno, ovvio che tutto diventa più difficile.
Come al solito in Italia non mettono le mamme nelle condizioni di lavorare ( questo lo dico io che ero andata lì per lavoro, ma anche le mamme che esponevano e che si sono alla fine ribellate, entrando con bambino e passeggino)…tiè…il potere delle MAMME vince su tutto, anche sulle stupide regole che gli stessi organizzatori hanno creato!!!!
Senza titolo
distrutto..in treno!

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.