Schiarire i capelli senza stress

Schiarire i capelli comporta una serie di azioni stressanti sia per noi che per i capelli stessi.

Shatush, balayage, skyline sono le ultime tendenze per un risultato naturale, ma implica l’andare dal parrucchiere e restare ferme sulla sua sedia per ore. Come se non bastasse, anche se il nostro hair stylist ha sempre a cuore la salute dei nostri capelli, questi inevitabilmente subiscono uno shock a meno che non si utilizzino prodotti per la ricostruzione.

Per evitare nervosismi ed effetto scopa di saggina, possiamo ricorrere a diversi metodi casalinghi per dare un po’ di luce alla nostra chioma. Ricordiamo però che tutti questi hanno un buon risultato su capelli non tinti e tendenzialmente chiari.

Se il nostro desiderio è quello di cambiare completamente tono, la soluzione migliore è cercare una tinta senza ammoniaca adatta al nostro colore di partenza; questo tipo di colorazione non rovina i capelli e si scarica dopo 4/6 settimane, di solito sono indicate per chi ha un colore scuro e vuole ottenere qualche riflesso.

Stessa cosa vale per l’henné, una polvere naturale che dona luce e corposità perchè oltre ad avere un effetto riflessante, legandosi alla cheratina, . Il tipo di henné è solo uno, si ottiene dalle foglie della Lawsonia inermis e dà un colore rossastro, è grazie all’unione con altre piante che si possono ottenere diverse sfumature. Per esempio sui capelli chiari possiamo applicare l’henné neutro con l’aggiunta di camomilla dalle proprietà schiarenti.

La camomilla può essere usata anche da sola, preparando un infuso da versare sui capelli dopo lo shampoo senza risciacquare, schiarisce in modo graduale senza rovinare.
Altri ingredienti facili da reperire nella dispensa di casa e che sortiscono lo stesso effetto sono: limone, miele d’Acacia e birra.

Come si usano? Il limone va spremuto e mischiato con l’acqua, d’estate si può spruzzare sui capelli con un vaporizzatore mentre questi si asciugano al sole; per il miele bastano 3 cucchiaini da aggiungere al balsamo.

La birra prevede un procedimento un po’ più laborioso e l’odore non è propriamente invitante, ma sorseggiarne un bicchierino fresco aiuta ad ingannare l’attesa! Una bottiglia è sufficiente, da versare in una bacinella o nel lavandino dove immergerei i capelli per 3-5 minuti poi la testa va avvolta in un asciugamano per un tempo di posa che va da 30 a 60 minuti prima di passare al lavaggio abituale, questo trattamento può essere ripetuto anche 2 volte a settimana.
Schiarire i capelli con ingradienti naturali
Per le più pigre esistono miscele già pronte da applicare e che agiscono più rapidamente ed economiche quanto le soluzioni fai da te, la più conosciuta è senza dubbio la lozione Shultz a base di camomilla con il 3% di acqua ossigenata. Secca leggermente i capelli e tende ad esaltare i riflessi rossi, da usare con cautela versando un tappino di prodotto su batuffoli di cotone o spruzzandolo grazie alla nuova confezione spray.
Schiarire i capelli con Shultz
Un altro prodotto in commercio ormai da qualche anno è il gel schiarente Sunkiss di l’Oréal che, come dice il nome stesso, crea un effetto capelli baciati dal sole. Quando lo si acquista si può scegliere tra tre diverse intensità a seconda del colore di base, si spalma sulla testa asciutta o solo su qualche ciocca e per farlo agire basta il calore del sole o del phon. Profuma di vaniglia e non macchia anche se durante la stesura si consiglia di utilizzare i guanti in dotazione.
Ulteriori informazioni sulla pagina interamente dedicata al prodotto: Casting Sunkiss.
Schiarire i capelli con Sunkiss
Tutti questi metodi ci permettono di schiarie i nostri capelli senza stressarli eccessivamente, ma è comunque importante prenderci cura di loro con maschere idratanti e trattamenti ricostituenti da effettuare periodicamente.

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.