I segreti di Maria De Filippi su Vanity Fair Italia

maria-de-filippi-vanity-fair-italia

Lei è Maria De Filippi, la Signora di Canale 5, tutti negano di seguirla fingendosi snob, anti trash e amanti dell’arte, ma lei invece a tutto questo ha sempre risposto con il suo lavoro, il suo impegno costante, la sua profonda intelligenza.

Lei è la donna più potente della televisione italiana, è la moglia di Maurizio Costanzo al quale ci confessa di non riuscire a vivere senza di lui e di non voler nemmeno pensare al giorno in cui lui non ci sarà più…

Perché per me sarà veramente un disastro..e mi fa diventare matta. Non lo voglio sentire… Si diverte a dire cose come “quando non ci sarò più”, oppure “tu sarai la persona che mi terrà la mano fino all’ultimo momento”. Sarà terribile. Non voglio pensarci»

Questa settimana, in contemporanea con la finale all’Arena di Verona del suo programma di maggior successo Amici si racconta e si confessa per Vanity Fair Italia, svelando i suoi segreti, i suoi anni difficili le sue paure.

Lei che riesce sempre a mettersi da parte, lei ha uno stile di condurre molto personale, diverso dal comune, se ci fate caso si mette sempre di lato, mai al centro, perchè sà benissimo che i veri protagonisti sono loro, i giovani, con i loro problemi, le loro paure, la loro voglia di emeregere.

Non importa qual’è la strada, se un trono od una comparsa, se un ruolo da corteggiatrice o se un provino per la scuola di Amici, l’importante è dare la parola, come solo Maria sà fare, senza giudicare, senza mettersi in contrasto con nessuno.

Ecco alcuni pezzi dell’intervista, quelli più interessanti ma io fossi in voi correrei in edicola…c’è un Vanity Fair da comprare….

Sì, ne ho combinate davvero tante. Se uscivo con gli amici, per smollare i freni inibitori bevevo tantissimo. I miei weekend a Cervinia erano pieni di Negroni, vodka lemon e tequila boom boom. Oggi sono astemia.

Smisi quando un giorno, al bar delle guide dove andavo ogni sera, ordinai un caffè. Il barista mi chiese se volevo la correzione: erano le 11 di mattina.

Oggi crede ancora? Sì. Ma non posso andare in chiesa perché sono sposata con un uomo divorziato (Maurizio Costanzo, ndr). Al matrimonio di mio fratello, dopo avermi confessata, il prete mi negò il permesso di fare la comunione. È una cosa che patisco molto».

Che cosa le piacerebbe fare? Andare a New York. Non ci sono mai stata perché ho paura di volare, mi prende la tachicardia… In questi anni ho sviluppato paure di ogni tipo: in auto ho il terrore dei ponti, e dei camion.

Recommended Posts

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.