Lavori in casa: cambio look alla mia abitazione

lavori-in-casa

Lavori in casa: i lavori top da realizzare

I lavori in casa sono quelli che permettono di stravolgere totalmente il look del posto in cui vivete, migliorandolo o cambiandolo a proprio piacimento.

Cambiare fa bene alla mente e rende allegri.

Vivere nello stesso posto apportando di tanto in tanto piccole modifiche è sia divertente che gratificante.

A tal proposito oggi vi parlerò di due attività che potrebbero trasformare completamente l’aspetto della vostra casa:

il piastrellamento e l’imbiancatura.

Se avete voglia di cambiamenti, colore e novità… siete nel posto giusto!

 

Lavori in casa: il piastrellamento

Tra i possibili lavori in casa troviamo il piastrellamento: un’attività che consiste nel rivestimento di pareti o pavimenti con le piastrelle. Di questo se ne occupa il piastrellista.

Se state cercando un piastrellista per la vostra casa, qui di seguito vi mostrerò tutto ciò che occorre sapere prima di assumerne uno!

Innanzitutto è giusto dire che il piastrellista ha tariffe che si basano sul tempo impiegato per realizzare il progetto, oppure sui metri quadri su cui adoperare. La media oraria di un piastrellista è di circa 30€-40€ o di 25€- 40€ al metro quadro.

lavori-in-casa

 

I prezzi di un piastrellista

I prezzi di un piastrellista variano in base alla tipologia di progetto che elaborano:

  • Soluzione economica: consiste nel cambiare le piastrelle in casa in maniera veloce ed economica, ad esempio per la cucina il costo di piastrelle in ceramica, sarà di 15€ al m2  ;
  • Coperture per il bagno: ristrutturare il bagno con piastrelle in ceramica eleganti comporterà un costo di 40€ al m2  ;
  • Grandi superfici: rivestire una o più stanza per un totale di 100 m2   con piastrelle naturali ammonterà a 60€ per m2.

 

Il prezzo totale di un piastrellista può dipendere da diversi fattori:

  • Tecnica e modalità di posa: più la posa è complessa più richiede tempo e di conseguenza il costo aumenta, così come aumenta quando le piastrelle hanno bisogno di essere tagliate;
  • Materiale e dimensione delle piastrelle: le piastrelle in pietra naturale sono più pesanti e più difficili da installare, dunque costeranno di più di quelle in ceramica
  • Tempistiche

lavori-in-casa

 

Lavori in casa: passiamo all’imbiancatura

L’imbiancatura consiste nel tinteggiare le pareti, ed è di competenza dell’imbianchino.

Prima di procedere con l’imbiancatura di casa, è importante capirne i costi.

Il costo dell’imbiancatura varia in base a tre fattori:

  • Imbiancatura interna: ha costi che partono tra i 10 € e i 40 € al m2
  • Imbiancatura esterna: ha costi più elevati di quella interna, tra il 35€ e i 40€ al m2
  • Tipo di pittura: la vernice è acquistabile autonomamente, questo già vi permette di risparmiare notevolmente. Il costo sarà più elevato in base alla qualità della vernice. Una pittura opaca o una vernice metallizzata costerà sicuramente di più rispetto alla vernice standard.

lavori-in-casa

 

Sapevate che per ridurre ulteriormente i costi dell’imbiancatura, potete decidere di farla durante l’inverno? Questo vi consentirà un risparmio del 20 o 30% sul costo finale.

 

Divertitevi a stravolgere il look della vostra casa, rendetela un posto tutto nuovo!!!

La bioedilizia: cosa è e quali sono i suoi vantaggi

la-bioedilizia

La bioedilizia è un’alternativa alla classica architettura, favorisce il vivere e costruire in maniera sana, salvaguardare l’ambiente e diminuire l’impatto ambientale.

La bioedilizia è davvero interessante, io sono assolutamente a favore, sia perché ha zero emissioni prodotte sia perché comporta un consumo bassissimo di risorse naturali.

A differenza delle costruzioni, la bioedilizia è fondata sul rispetto dell’ambiente, sulla salute e sul rispetto tra uomo e natura.

A proposito di bioedilizia voglio parlarvi appunto delle case prefabbricate, esse sono il pilastro dell’architettura sostenibile.

la-bioedilizia

 

Le case prefabbricate

Il costo di una casa prefabbricata è praticamente la metà di una classica abitazione. Sono case fatte in legno, sono stabili e durature. Il legno è un materiale ecosostenibile e inoltre permette di ridurre i costi totali. Si parte infatti, da un minimo di 50.000€ per 80 mq ad un massimo di 250.000€ per 200 mq.

Oltre alla spesa iniziale di acquisto, la bioedilizia ti permette di continuare a risparmiare su tutti i consumi annuali come le bollette. Insomma un vero e proprio affare, senza rinunciare a nessun tipo di comfort.

Anche la sua realizzazione non comporta tanto tempo, in 4 mesi circa il lavoro è ultimato.

Così come le case tradizionali, anche per le case prefabbricate occorrono dei permessi. L’iter burocratico è lo stesso:

  • Indagine geologica
  • Permesso di costruzione
  • Permesso di costruzione in zone sismiche (se è il vostro caso)

 

Potete strutturare la vostra casa prefabbricata come più preferite, proprio come una casa tradizionale.

Potrebbe essere un’idea per recuperare un po’ di spazio, quella di dividere con una scala, la zona giorno da quella notte, ricavandone due piani.

Regala emozioni la bioedilizia…no?

 

Quanto costa una scala?

Le scale partono da un costo minimo di 1500€. I prezzi delle scale possono variare in basa alla tipologia di scala. Una scala può essere:

  • chiusa
  • aperta
  • semplice
  • a chiocciola
  • in legno
  • in pietra
  • con una o più rampe
  • esterna

la-bioedilizia

Oltre che dalla tipologia, il prezzo della scala può essere influenzato dal materiale, dalla posizione e dalla lunghezza.

È possibile anche avvalersi di eventuali opzioni aggiuntive come:

  • soluzioni anti scivolo
  • illuminazione integrata
  • corrimano

 

Affidatevi a degli esperti nel settore della bioedilizia per garantirvi un lavoro ad hoc!!!

Ristrutturazione casa: quanto costa e come si procede?

 La ristrutturazione di casa: come affrontare questo momento nel migliore dei modi

Ristrutturare casa che sia nuova o da rinnovare, spaventa un po’ chiunque. Si, perché il costo è sempre un ignoto e si finisce per averne paura.

Ecco perché in questo articolo vi parlerò di come procedere nella ristrutturazione di casa senza troppe domande sui costi.

Ristrutturazione casa: cosa comprende e quanto costa?

Una ristrutturazione completa comprende:

  • Costo di demolizione e smaltimento: le attività che incide meno sul prezzo;
  • Costruzione di nuovi tramezzi
  • Costo dell’impianto elettrico e idraulico: rappresentano le attività più pesanti da fare durante una ristrutturazione. Comportano inoltre una spesa importante. Anche qui però il prezzo dipende da tanti fattori che possono essere la grandezza della casa o l’aggiunta o meno di condizionatori e via dicendo.
  • Posa dei pavimenti: questa dipende interamente da che pavimento scegliete, mattonelle o parquet hanno inevitabilmente un costo differente;
  • Rifare le pareti: anche qui come la demolizione, il prezzo non è eccessivamente elevato si aggira intorno ai 30/40€ a cui vanno aggiunti quelli della tinteggiatura, che in base alla sua elaborazione o meno implicherà un costo piuttosto che un altro.
  • Nuove porte e finestre: anche qui la spesa è importante, soprattutto se ci sono tante finestre o se si vuole utilizzare un materiale più pregiato.

ristrutturazione-casa

ristrutturazione-casa

Dunque il costo minimo parte dai 20/30 € al mq per la demolizione fino ad un massimo di 350€ al mq per finestre e porte. Prima di procedere, potete richiedere dei preventivi per farvi un’idea e non avere sorprese in seguito. Ovviamente qui si parla di ristrutturazione casa completa, ma potrebbero interessarvi anche solo alcune di queste voci.

 

Quanto costa rifare il bagno di casa?

A queste voci bisogna aggiungerne una che sembra banale ma rappresenta una delle stanze più importanti della casa: il bagno.

È bello averne uno così come lo abbiamo sempre desiderato.

La ristrutturazione del bagno, partendo da zero, è pari a circa 800€ al mq compreso di sanitari, piastrelle e pavimento.

Chiaramente questi non sono dei prezzi standard, perché possono subire variazioni in base alle attività necessarie che possono essere:

  • eventuale rimozione di sanitari;
  • rifiniture e sanitari di alta qualità;

ristrutturazione-casa

 

Si può risparmiare sulla ristrutturazione di casa?

 

Abbandonate l’idea di poter avere un lavoro di qualità a poco prezzo e anche a tutto ciò che si dice in rete. Con 250€ non ristrutturerete casa!

Però un modo per risparmiare sui costi della ristrutturazione c’è: sfruttare le detrazioni del 2019. La legge di stabilità del 2019 afferma che sono state prorogate le detrazioni fiscali per la ristrutturazione a tutto l’anno.

Grazie a questa legge rimasta invariata dal 2017, potrete risparmiare il 50% sui costi finali.

Conveniente no?

 

Letto con bancali: i pallet dai mille usi

Letto-con-bancali

Il letto con bancali o più comunemente detti pallet: un’idea molto originale per la vostra casa!!

Letto con bancali: ma cosa sono ?

bancali o pallet, sono strutture di legno impiegate per il  trasporto delle merci. Il loro potenziale è davvero notevole, possono essere riutilizzati per un’infinità di cose. Nell’arredamento hanno un ruolo davvero piacevole e particolare. Immaginate una cena apparecchiata su un tavolino basso in pallet, a lume di candela… non sarebbe romantico? Donano un tocco glamour e accogliente. Solitamente i pallet si utilizzano per creare soluzioni innovative come:

  • per tavoli per uso esterno o tavolini d’appoggio interni,
  • per creare posti a sedere,
  • divani fai da te

Come sceglierli per un letto con bancali perfetto?

Non è necessario comprarli perché si trovano davvero ovunque. Quando trovate i vostri bancali però, dovete assicurarvi che siano innanzitutto puliti e poi che non siano rovinati. Altri piccoli suggerimenti: se notate inciso sui pallet le lettere MB, fate a meno di tenerli perché vuol dire che hanno trasportato sostanze chimiche pericolose, tenerle in casa non è l’ideale soprattutto se avete dei bambini. Se al contrario trovate il logo IPPC vuol dire che sono sicuri da usare.

Evitate anche i pallet colorati perché alcune vernici potrebbero essere non sicure, al massimo utilizzateli per uso esterno.

Veniamo a noi: ecco come fare un letto con bancali

Innanzitutto procuratevi 4 pallet identici, stessa dimensione di doghe e uguale distanza l’una dall’altra. Usate della carta abrasiva per levigarli e togliere quei piccoli pezzi di legno che fuoriescono. Dopo averli levigati, verniciateli con il colore che più si addice alla vostra camera da letto e fate asciugare.

Successivamente munitevi di trapano, cacciavite, bulloni e viti, montateli secondo le dimensioni e la forma del vostro materasso! Iniziate l’assemblaggio, vedrete, non sarà difficile!  Cercate di fare queste operazioni in giardino o in cortile, insomma non in casa!  Otterrete un risultato del genere:

letto-con-bancali

Adesso, finito il vostro capolavoro non vi resta che aggiungere il vostro materasso e tanti, tantissimi cuscini.

Se non siete del tutto soddisfatte e avete voglia di renderlo ancora più suggestivo, potete decorare i pallet come preferite:

  • inserite delle luci a led all’interno, in modo tale da ricreare un’atmosfera suggestiva e romantica;
  • potete aggiungere dei cassetti negli spazi vuoti ricavati,
  • appoggiarvi dei piccoli comodini o cubi per metterci libri, pc, telecomandi, telefonini,
  • appoggiarvi lanterne, fiori o piante.

letto-con-bancali

letto-con-bancali

Una soluzione divertente da costruire, originale da vedere ed ecofriendly per l’ambiente. 

 

Come arredare gli spazi della casa con le abat-jour e risparmiare

Abat-jour: elemento chiave di un ambiente

In ogni abitazione, l’illuminazione è la vera anima di ogni ambiente e per questo è necessario curarla nei minimi dettagli creando un equilibrio di contrasti luminosi che possano regalare carattere ad ogni spazio.

Per ottenere spot di luce e aree di penombra nella propria casa basta scegliere una tra le numerose e versatili lampade decorative abat-jour: la rete è il luogo migliore per esplorare le proposte del mercato e i siti come Lampade.it offrono una selezione di ben 18.000 lampade per trovare la soluzione luminosa più consona al vostro ambiente, grazie al supporto di un team competente e di una vasta gamma di marchi sia italiani che internazionali. Si tratta di uno dei gruppi leader a livello europeo, con una proposta di accessori perfetti per illuminare in modo soffuso il vostro ingresso, la vostra camera da letto, la zona studio o un angolo del salotto creando un’atmosfera rilassata e accogliente in cui potersi rifugiare dopo una giornata di lavoro.

Fonte: Pixabay.it

Ad ogni spazio la sua abat-jour

Una volta individuato il rivenditore, bisognerà scegliere il modello e lo stile: che si tratti di una lampada da tavolo o da comodino, le abat-jour decorative possono seguire un design classico o contemporaneo con forme e materiali che vanno dal minimalismo urbano a rivisitazioni moderne di modelli vintage e più eccentrici. Tra le varie soluzioni disponibili l’abat-jour da comodino è forse la lampada più amata, grazie alla sua dimensione minimale, che permette la lettura di un libro o di una rivista in uno spazio ridotto. Questo oggetto permette di avere una luce aggiuntiva mirata, grazie ai modelli con braccio regolabile, meglio se con funzione touch, che offrono una luce direzionata e non dispersiva calda e avvolgente, un’ottima alternativa decorativa anche per la scrivania dello studio.

Questo tipo di paralume riesce ad illuminare smorzando la luce che essa stessa produce, attenuando e riducendo l’intensità per un tipo di illuminazione gradevole che non disturba.

L’evoluzione della classica abat-jour da comodino è il modello applique salvaspazio con testata regolabile da fissare alla parete vicino al letto, pensato per chi desidera utilizzare il piano d’appoggio per altro ma non vuole rinunciare ad una luce soffusa nella zona notte.

Infine, per i veri intenditori è disponibile l’applique con luce aggiuntiva di lettura integrata, in grado di combinare la luce soffusa e raccolta dell’applique classica con un’illuminazione di lettura a spot senza occupare minimamente spazio sul comodino.

Fonte: Pixabay.it

Luminosità con un occhio al risparmio

Oggi è possibile mantenere una luca calda e dal design accattivante, grazie all’utilizzo di abat-jour a LED che garantiscono consumi energetici molto bassi. Si tratta di una nuova concezione incentrata sull’eco-sostenibilità e innovazione, che diventano parte integrante del design del prodotto. Quali sono i punti a favore di questa tipologia di lampadine da usare per le abat-jour?

Un’elevato ed efficiente livello energetico;
La resistenza nel tempo;
Un risparmio energetico pari al 90% rispetto alla classica lampadina a incandescenza;
Una luce molto uniforme con possibilità di tonalità luminose variabili per colore e intensità.
Lo spazio più consono per collocare un paralume da tavolo a LED è il salotto o quella parte della casa destinata allo studio e alla lettura magari come complemento decorativo aggiuntivo di una serie di mobili dal design originale. Le lampade da tavolo a LED si possono trovare in varie forme e colori, come i materiali che spaziano dal vetro al metallo, dal legno all’ottone.

All’interno del catalogo è possibile trovare diverse opzioni per poter arredare gli ambienti con eleganza grazie alle lampade decorative: ci si può sbizzarrire tra forme, brand, materiali e stili differenti per rendere la vostra casa ancora più accogliente!

Fonte: newsroom.lampenwelt.de