Le valigie: come velocizzarne l’arrivo in aeroporto

le-valigie

Le valigie: i trucchi per far arrivare prima i vostri bagagli in aeroporto

Le valigie rappresentano per molti il problema principale di ogni viaggio. Al loro interno ci sono tutti gli oggetti e gli indumenti più importanti per noi dai quali non vorremmo mai e poi mai separarci.

La paura di perdere le valigie su un volo aereo è l’ansia number one di tutti i viaggiatori.

Quei minuti trascorsi nell’attesa di vedere la propria valigia arrivare sul nastro trasportatore, sembrano anni. Subito affiora alla nostra mente il pensiero di averle perse per sempre e di dover affrontare una vacanza senza nessun indumento…che ansia!

Ma perché farsi prendere dal panico se esistono dei piccoli trucchetti che vi aiuteranno a sbarazzarvi di queste ansie e godervi il viaggio senza pensieri e senza stress?

le-valigie

 

I trucchi per avere le valigie per prime in aeroporto

Penserete che questi trucchetti saranno costosi e che quindi non ne varrà la pena, e invece vi sbagliate! Queste tattiche sono quasi  tutte free, bastano solo astuzia e velocità!

le-valigie

  1. Il primo trucco (il migliore) è sicuramente quello di presentarsi al check-in tra gli ultimi passeggeri, poco prima della chiusura del volo. Sapevate che le ultime valigie imbarcate sono le prime ad essere sbarcate? Ciò significa che arriveranno sul nastro trasportatore in men che non si dica! Ebbene si, per tutti coloro i quali hanno sempre fatto la lotta contro il tempo per arrivare per primi al check-in nella speranza di avere velocemente i propri bagagli…avete sbagliato tutto!
  2. Un altro metodo per riuscire ad avere il proprio trolley prima degli altri sul nastro trasportatore è quello di dichiarare che il proprio bagaglio contiene degli oggetti fragili. All’arrivo del check-in vi attaccheranno un’etichetta con scritto “fragile”. Succederà poi che il bagaglio verrà posto in stiva come ultimo, ma sbarcato per primo!
  3. L’ultimo trucco, l’unico per il quale bisogna spendere qualche euro, è quello di viaggiare in Business Class, First Class oppure pagare la Priority se si viaggia con compagnie low cost. In questo caso il bagaglio verrà identificato con un’etichetta specifica e diversa dalle altre per colore e indicazioni. Verrà imbarcato e sbarcato per primo. A mio avviso questa è però la soluzione meno efficace, perché bisogna tener conto dei moltissimi viaggiatori che preferiscono la Prima classe o la Priority…il rischio di dover attendere c’è ugualmente!

le-valigie

Questi sono tutti i trucchetti per velocizzare i tempi di arrivo delle vostre valigie, e voi quale scegliereste?

 

Spiagge per cani: i nostri amici sempre con noi!

spiagge-per-cani

Spiagge per cani: tutte ciò che c’è da sapere per non separarsi mai dai propri cani

Quando arriva l’estate, tutti, compresi i nostri cagnolini hanno voglia di mare, di rinfrescarsi e di godersi la libertà di tuffarsi e nuotare. Ci sono tante spiagge per cani in cui possono divertirsi in tranquillità, ma ce ne sono tante altre con alcune ordinanze e limiti di orari.

Ciò che consiglio è di informarvi su qualsiasi spiaggia prima di recarvi con il vostro amico. C’è da dire che più passano gli anni, più spiagge si sono attrezzate per ospitare i cani.

spiagge-per-cani

Regole da rispettare sulle spiagge per cani

Al primo posto c’è il libretto sanitario del cane, se non ne siete in possesso all’eventuale momento richiesto, potete andare incontro a multe salate.

Nelle spiagge per cani ci sono delle regole da rispettare:

  • collare e guinzaglio sempre attaccato ad un massimo di 1,50 mt
  • museruola obbligatoria, che sia rigida o morbida, dev’esserci
  • rispettare gli orari, che possono essere mattina presto o sera
  • si possono portare solo 2 cani con sé
  • portare i sacchetti per i bisogni
  • prestate attenzione ai bambini, potrebbero spaventarsi
  • adottate tutte le norme di educazione che conoscete
  • portate una ciotola per farli mangiare e i croccantini in una bustina
  • coprite l’eventuale pipì con l’acqua

spiagge-per-cani

Quali sono le spiagge dog-friendly?

Se l’accesso ad una spiaggia è pubblico, lo è per tutti, anche per i nostri amici pelosi. Se non vi si presentano divieti in cui c’è evidentemente scritto o illustrato che i cani non sono ammessi, potete portarlo con voi.

Purtroppo capita spesso che ci sia confusione tra le ordinanze restrittive di comuni, regioni e province, per far valere i vostri diritti e soprattutto quelli dei vostri cani, fate sempre riferimento all’AIDAA (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente).

Nelle spiagge pubbliche senza alcun divieto, nessuno può cacciare te o il tuo cane, quindi se dovesse succedere che qualcuno non gradisca la presenza del vostro amico, cercate un compromesso, ma non andate via, è vostro diritto rimanere lì!

Le uniche persone in potere di allontanarti sono quelle delle forze dell’ordine, che però devono illustrati e spiegarti la specifica ordinanza in cui è vietato portare i cani in spiaggia.

Prima di andare via, leggete accuratamente l’ordinanza fino al punto in cui non c’è esplicitamente scritto che il vostro amico lì non può entrare.

Rimozione tatuaggi: come funziona e quanto costa?

rimozione-tatuaggi

Rimozione tatuaggi: tutto ciò che c’è da sapere prima di farsi rimuovere un tatuaggio

La rimozione dei tatuaggi è ahimè una “operazione” abbastanza frequente. Per quanto io possa amare i tatuaggi, purtroppo ci si trova in situazioni in cui la rimozione è l’unica strada da intraprendere.

Il tatuaggio racchiude spesso -ma non sempre- un significato o comunque è legato ad una persona, un pensiero, un posto.

Esistono tante tipologie di tatuaggi:

  • il tatuaggio normale,
  • la cover – per coprire un tatuaggio –
  • microblading sopracciglia – tatuaggio alle sopracciglia –
  • trasformazione di cicatrici in tattoo

ed anche tanti stili.

Ma tornando alla rimozione dei tatuaggi, a volte ci si tatua troppo giovani e si commettono errori madornali come:

  • simboli a caso,
  • frasi sgrammaticate,
  • i classici nomi delle prime fidanzatine
  • tatuaggi fatti in casa
  • tribali
  • scritte in arabo che a distanza di tempo si scoprono assolutamente errate, con significati completamenti diversi

Insomma errori o meglio orrori che poi con il passare degli anni diventano un peso da portare addosso…in tutti i sensi !!!

rimozione-tatuaggi

 

Tra l’altro adesso sono tutti e dico tutti tatuatori, quindi il mio consiglio spasimato è quello di trovarne uno di fiducia, bravo e soprattutto competente e lasciarsi tatuare solo da lui. Io faccio così da sempre e non mi sono mai pentita di alcun tatuaggio, anzi quando me li guardo sono felice di averli.

Tutti rappresentano qualcosa di importante, ma senza l’aiuto del mio tatuatore, sicuramente sarei finita tra quelli che optano per la rimozione dei tatuaggi.

È importante affidarsi a qualcuno che può darti delle dritte o che può consigliarti il punto giusto in cui fare un determinato tatuaggio, che sceglie insieme a te tutti i dettagli e che se non condivide la scelta del tuo tatuaggio fa di tutto per cercare di farti cambiare idea. È questo il corretto comportamento di un tatuatore di competenza -almeno del mio-, qualcuno che ti metta nella condizione di non pentirti in futuro.

rimozione-tatuaggi

Come funziona la rimozione dei tatuaggi

La tecnica più utilizzata al momento per la rimozione dei tatuaggi è sicuramente il laser: una tecnologia che fino ad oggi si è dimostrata essere all’altezza di tante situazioni difficili.

Vediamo come funziona

I laser per la rimozione dei tatuaggi sono due:

  • il Q-Switched, lanciato una trentina di anni fa 
  • il laser a Picosecondi uscito 2 anni fa

Il laser Q-Switched utilizza un fascio di luce con delle caratteristiche elettromagnetiche. Il fascio di luce ha delle dimensioni millimetriche per colpire alla perfezione la superficie della cute dove è iniettato il pigmento del tatuaggio. Questa tecnica avanzata è utilizzata anche per angiomi e discromie oltre che per i tatuaggi. È assolutamente efficace e precisa e soprattutto non invasiva, si sofferma infatti a colpire solo il pigmento, non arrivando alle cellule del tessuto epiteliale.

rimozione-tatuaggi

Sostanzialmente la differenza tra le due tipologie di laser sta nella durata.

Il laser a picosecondi essendo una tecnologia recentissima è più sicura e più veloce. Ma entrambi i laser vanno benissimo per la rimozione.

Quante sedute bisogna fare per la rimozione totale ?

La rimozione completa del tatuaggio richiede tempo, soldi e tante sedute.

In genere ogni seduta si distanzia dall’altra di almeno 7-8 settimane, non prima, altrimenti c’è il rischio di perdere l’efficacia del trattamento.

Diciamo che il numero di sedute -e di conseguenza il costo- necessarie per rimuovere un tatuaggio non è standard, dipende da diversi fattori:

  • tipo di pelle
  • zona del tatuaggio
  • se è a colori o bianco e nero o black out tattoo
  • cicatrici
  • stratificazione dei colori
  • dimensione del tatuaggio
  • età del paziente
  • tipo di inchiostro utilizzato

 

Quanto costa la rimozione dei tatuaggi?

Passiamo al tasto dolente: il costo!

Essendoci tanti fattori in ballo, non esiste un costo fisso.

A seconda di tutto quello che ho elencato qui sopra ed al metodo scelto e concordato tra paziente ed esperto, il costo varierà.

Più o meno il costo varia dai 250€ agli 800€ a seduta per quanto riguarda il Q-Switched;

la tecnica ultra moderna del Picosecondi invece, arriva anche fino ad un totale di 100 mila euro.

In entrambi i casi i costi sono davvero elevati, ecco perché è importante farsi tatuare con criterio e non incombere in una rimozione!

La rimozione è dolorosa ?

Il trattamento per rimuovere un tatuaggio con il laser è doloroso. L’idea che può rendere al meglio il dolore del laser per la rimozione dei tatuaggi è lo scoccare di un elastico sulla pelle per quanto riguarda il Q-Switched e una specie di piccola scossa elettrica per il Picosecondi.

È utile sapere che la cicatrice della rimozione va via dopo tempo, anche un paio d’anni.

I tatuaggi sono belli se fatti con criterio, non fatevi prendere dal momento, pensateci prima di fare qualcosa che sarà per sempre sulla vostra pelle.

Eyeliner occhi: la guida per quest’estate

eyeliner-occhi

Eyeliner occhi: il must di quest’estate, SI a colori e glitter di ogni tipo.

L’eyeliner occhi è la tendenza più in di quest’estate. Una moda che parte dalle modelle in passerella, con occhi colorati da eyeliner particolari di ogni forma e dimensione.

Vincono eyeliner colorati, glitter e brillantini.

Ma parlando di noi, donne comuni mortali, sappiamo benissimo che il caldo ci fa passare la voglia di truccarci e di tenere su il trucco, parlo per me, più pulito è il mio viso meglio è.

Ma l’eyeliner occhi può essere un ottimo compromesso tra poco trucco ed eleganza.

Con l’abbronzatura estiva è inutile il fondotinta, anche perché si scioglierebbe in viso. Invece una linea di eyeliner e un pò di mascara possono donare intensità allo sguardo ed incorniciare il volto per una serata speciale.

Eyeliner colorati: una crazy tendenza

I colori degli eyeliner estivi partono dalle tonalità più chiare come il rosa a quelle più accentuate, vivaci e accese come il corallo, l’arancio, il verde, il viola e il giallo.

eyeliner-occhi

Tanti brand di beauty hanno infatti inserito diverse tipologie di eyeliner colorati, adatti ad ogni tipo di incarnato ed ogni colore di occhi.

Eyeliner con pennello, a penna, in crema, sottile, a rotellina e chi più ne ha più ne metta, ce ne sono così tanti che trovare quello adatto alle nostre capacità di make-up sarà una passeggiata.

Optate per una texture opaca di giorno e invece scegliete una texture glitterata per un trucco serale, quindi eventi o feste.

Se avete manualità, divertitevi come volete, l’idea del doppio eyeliner cioè una semplice linea nera, contornata da un colore è assolutamente perfetta. Addirittura c’è chi si cimenta nella tripla linea sfumando via via per tonalità. Ad esempio si parte dal rosa, si procede con il fucsia e si arriva al viola, la terza linea potrebbe essere glitterata. Insomma c’è spazio per ogni idea, potete sbizzarrirvi come preferite.

eyeliner-occhi

eyeliner-occhi

La combo eyeliner e rossetto

Se vi aspetta un’occasione importante, potete optare per un contrasto vincente tra eyeliner e rossetto. I contrasti dell’estate sono:

  • giallo e blu
  • giallo e rosa
  • rosa e verde
  • dorato e fucsia
  • blu e corallo

Osate, osate, osate!!!

eyeliner-occhi

eyeliner-occhi

Per le principianti che ancora non hanno dimestichezza con l’eyeliner, vi consiglio di partire dalla base: esercitatevi ad applicare il classico eyeliner nero o anche semplicemente la matita, sfumatela poi con un pennello applicandovi un ombretto colorato. Così facendo otterrete comunque un effetto glamour e invidiabile. Preferite un eyeliner in crema con pennello, è quello più facile da utilizzare. Ad ogni modo ci sono tanti tutorial su Internet da cui poter imparare.

L’eyeliner occhi è la salvezza anche per il trucco delle over 50. In questo caso però va applicato con moderazione senza eccedere! Una linea semplice, pulita e sfumata verso un velo di ombretto donerà una luce diversa al vostro viso.

eyeliner-occhi

 

Date il via alla vostra fantasia… colorate i vostri occhi con eyeliner audaci e particolari !