Come schiarire i capelli in modo naturale !

schiarire-i-capelli

Se avete voglia di una chioma dorata, ma non sapete come schiarire i vostri capelli in modo naturale, leggete l’articolo per scoprire tutti i consigli utili !

Siete curiose di scoprire come schiarire i capelli in modo naturale ? Oggi abbiamo pensato a chi, specialmente in estate ha voglia di illuminare il proprio viso ed esaltare l’abbronzatura grazie ai riflessi dorati.

Schiarire i capelli non è difficile, bisogna solo capire quale procedimento scegliere in base a che tipo di capello abbiamo e soprattutto che effetto vogliamo ottenere.

Un ruolo importante lo svolge il sole, che in maniera del tutto naturale contribuisce a schiarirli, ma se proprio non volete aspettare, esistono tanti altri metodi naturali per accentuare i toni dorati. Basteranno pochi prodotti di uso domestico combinati insieme per avere un effetto speciale.

Il succo di limone

  • Preparate il succo di limone, tagliando almeno 3 limoni a metà (di più se avete i capelli corposi o molto lunghi), spremeteli cercando di ricavarne più succo possibile. Filtrate poi il succo in modo tale da non trovare i noccioli.

schiarire-i-capelli

  • Vi consiglio di non usare il succo di limone comprato perché è pieno di conservanti che non fanno bene ai capelli.
  • Aggiungete cannella e una noce di balsamo per intensificare l’effetto.
  • Aggiungete una quantità di acqua pari al succo di limone ricavato.
  • Miscelate il tutto e versate il composto in un flacone spray.
  • Agitatelo e spruzzate la soluzione sui capelli, concentrandovi nelle zone da schiarire.

 

 

 

Maggiore quantità di limone applicherete, più i capelli si schiariranno. Adesso sdraiatevi al sole e fate agire la soluzione schiarente.

 

Aceto di mele, miele e cannella

Un’altra ricetta semplice e veloce per schiarire i capelli in modo naturale consiste nel:

  • mescolare 500 ml di aceto di mele, con 250 ml di miele, un cucchiaio di cannella e uno di olio di oliva,
  • dopo aver miscelato gli ingredienti, applicate la soluzione come fosse una maschera per capelli.
  • distribuitela dunque prima con le mani e poi con un pettine a denti larghi,
  • avvolgete i capelli con la pellicola trasparente e dormiteci su,
  • rimuovete il tutto la mattina dopo con uno shampoo.

Camomilla per amica

  • Preparate una caraffa di camomilla utilizzando i fiori di camomilla secchi oppure 4 bustine.
  • Fate raffreddare la camomilla,
  • bagnate i capelli con l’impacco di camomilla, versandola su tutti i capelli se vuoi schiarirli tutti, oppure solo su alcune ciocche.
    schiarire-i-capelli
  • Anche qui l’aiuto del sole è d’obbligo per un effetto migliore.
  • Lavate poi i vostri capelli con shampoo e balsamo oppure con una maschera idratante per farli ammorbidire, perché la camomilla tende a seccarli. 
  • Una volta asciugati i capelli, i riflessi saranno visibili dopo almeno 3/4 applicazioni.

 

Il miele, esposto all’aria libera gradualmente il perossido di idrogeno ed è quindi ottimo per schiarire i capelli

  • Versate un cucchiaio di miele e 240 ml di acqua in una ciotola,
  • con una frusta amalgamate gli ingredienti fino ad ottenere una miscela uniforme.
  • Applicatela sui capelli con un pennello e lasciate in posa per tutta la notte.
  • Lavate i capelli con energia perché il miele è molto appiccicoso!

schiarire-i-capelli

Eccovi i metodi per schiarire i capelli in modo naturale! Non vi assicureranno un effetto immediato ma sono molto meglio di qualsiasi schiaritura artificiale come tinte schiarenti o Balayage fai da te.

Voi quale opzione per schiarire i capelli in modo naturale preferite? 

Taglio pixie cut: moderno, fresco e sbarazzino!

pixie-cut

Il taglio pixie cut è molto di tendenza e attualmente, al contrario di ciò che si possa pensare, rappresenta la vera essenza della femminilità.

Il pixie cut è il caschetto corto per eccellenza.

Nasce negli anni ‘50 e da allora ha continuato ad essere uno tra i tagli preferiti di tante donne, in particolar modo dalle star.

La prima a sfoggiare questo tipo di taglio fu senza ombra di dubbio Audrey Hepburn; a seguirla negli anni ci sono state molte attrici, modelle e star come Twiggy, Katy Perry, Anne Hathaway, Lady Diana, Michelle Williams, Miley Cyrus, Charlize Theron, Halle Berry, Jennifer Lawrence, Natalie Portman (qui di sotto) e tante tantissime altre.

pixie-cut

Negli anni ’90 questo taglio era sinonimo di estrema eleganza e raffinatezza.

Recentemente la regina indiscussa di questo particolare taglio è stata sicuramente Rihanna che è stata capace, grazie al suo charme, di riportare questo taglio all’apice del suo successo, determinandone così una vera e propria moda.

Poco tempo fa invece fu ribattezzato come un taglio di capelli alla “maschiaccio”, ma oggi invece è quanto di più femminile ci possa essere per tante donne dalla forte personalità e consapevolezza della propria bellezza.

 

Origine del termine:

letteralmente il termine pixie cut vuol dire “taglio da folletto” proprio perché la chioma dei folletti è corta, sbarazzina e spettinata.

pixie-cut

Ci sono tagli corti di lunghezze variabili, ma sono tutti di tendenza ed anche i più richiesti. Si tratta di un taglio pratico, versatile e facilmente gestibile.

Tipologie di capelli

Il pixie cut sostanzialmente può essere realizzato su qualsiasi tipo di capelli, per questo si definisce versatile!

Con capelli ricci e mossi, lisci e sottili, corto, lungo o scalato, il pixie cut è sempre un’ottima scelta.

 

È un taglio particolarmente realizzabile sui capelli mossi o ricci, rendendo i capelli più voluminosi.

Per chi invece ha i capelli lisci, il pixie cut risulta molto elegante; ma ci si può divertire con un bel ciuffo laterale, caratterizzato dai capelli ai lati della testa molto corti, o rasati.

 Infine il pixie cut scalato è tra i più richiesti e apprezzati dalle celebrities.

 

E voi avete mai provato il taglio da folletto?

Cous cous di pesce Bimby: ricetta e procedimento!

cous-cous-di-pesce

Il cous cous di pesce è un piatto fresco, gustoso e molto estivo, oltre che healthy e ricco di proteine. Curiosi di scoprire la ricetta?

Il cous cous di pesce è perfetto per chi ha voglia di qualcosa di fresco, ma saporito; ottimo per una cena in compagnia. Con l’aiuto del nostro amico Bimby, la preparazione del cous cous sarà semplice e divertente !

I frutti di mare come cozze, seppie, gamberi e vongole, se insieme, danno vita ad un condimento da leccarsi i baffi. È importante però acquistare frutti di mare di qualità per assicurarsi un piatto gustoso e genuino.

Fatta questa premessa, mettiamoci all’opera!

Ingredienti per il condimento: ricetta per 6 persone

  • 300 gr di vongole
  • 300 gr di cozze
  • 200 gr di gamberi
  • prezzemolo q.b.
  • 500 gr di acqua
  • 150 gr di seppie (pulite)
  • 2 spicchi di aglio
  • sale q.b.
  • 30 gr di olio extravergine
  • 1 cipolla
  • 150 gr di pomodori pachino

Ingredienti per il cous cous

  • 350 gr di acqua
  • 5 gr di sale
  • 30 gr di olio extravergine di oliva
  • 300 gr di cous cous

Preparazione del cous cous di pesce

  • Come prima operazione spurgate le vongole in una ciotola d’acqua fredda con un pugno di sale grosso e lasciatele per un’ora.
  • Pulite le cozze, prestando attenzione a togliere via tutto dal guscio e a tirare le barbette, sciacquate accuratamente le cozze e mettetele da parte.
  • Prendete i gamberi: sgusciateli, eliminate il filo nero che sarebbe l’intestino, sciacquate bene e mettete le teste da parte.
  • Lavate e asciugate il prezzemolo!

cous-cous-di-pesce

Procedimento

Per il procedimento del condimento del cous cous di pesce, partite mettendo le foglie di prezzemolo nel boccale per 10 Secondi a velocità 7 e tenete da parte.

  • Coprite con la carta da forno bagnata sia il fondo della campana del Varoma, sia quella del vassoio.
  • Distribuite su due livelli le cozze, le seppie pulite, le vongole e le teste dei gamberi con 2 spicchi di aglio e un pizzico di sale.
  • Nel boccale versate poi 500 gr di acqua e posizionate il Varoma. Cuocete per 25 minuti a velocità 1.
  • Passate alle seppie e con una forbice tagliatele a pezzetti; filtrate l’acqua che hanno rilasciato i frutti di mare (che sarà rimasta sulla carta da forno) e lasciate da parte.
  • Adesso svuotate e asciugate il boccale.
  • Togliete le teste dei gamberi dal Varoma.
  • Versate nel boccale 30 gr di olio extravergine, aggiungete l’aglio e una cipolla, le cozze, le vongole, i gamberi, le seppie, l’acqua filtrata, i pomodori divisi a metà, il prezzemolo e un pizzico di sale. Cuoci 10 Minuti a 100° Antiorario con velocità Soft tenendo il misurino, il quale va poi tolto dopo 5 Minuti.

Per il procedimento del cous cous:

  • Versate nel boccale 350 gr di acqua, 5 gr di sale e 30 gr di olio. Portate a ebollizione per 8 minuti a 100° con velocità 1.
  • Poi versate il cous cous e lasciatelo per 2 minuti con tappo chiuso; versa il cous cous in una coppa, e servitelo a tavola, a temperatura ambiente dopo averlo condito.

Per rendere il piatto di cous cous di pesce completo, potreste aggiungere anche le zucchine a pezzettoni.

E voi lo proverete il cous cous di pesce?

Peli incarniti: cosa fare? Quali sono i rimedi?

peli-incarniti

In estate più che mai, i peggior nemici delle donne sono i peli incarniti; volete scoprire come depilarvi in modo corretto, come prevenire i peli incarniti, ed eventualmente come curarli?

Ecco qui alcuni suggerimenti utili!

I peli incarniti specialmente all’inguine sono un fastidioso incidente antiestetico. Questo problema è particolarmente diffuso durante l’estate, periodo in cui sole, mare e costumi da bagno, costringono ad una depilazione più frequente di quella invernale.

Ma scopriamo insieme quali sono i motivi della comparsa dei peli incarniti e come rimediare!

 

Cosa sono i peli incarniti?

Sostanzialmente parliamo di peli che non riescono a venir fuori, o meglio non riescono a crescere nella loro traiettoria naturale e dunque crescono lateralmente o verso il retro.

Non riuscendo a trovare una via di uscita, rimangono incastrati nella pelle, creando una conseguente irritazione, che provoca rossore, gonfiore, talvolta bruciore e prurito.

peli-incarniti

I sintomi vengono alimentati dall’esposizione al sole e anche dall’acqua di mare.

Nonostante siano le donne quelle a soffrire maggiormente di questo problemino, anche gli uomini ci hanno spesso a che fare.

 

Le cause dei peli incarniti

I peli incarniti derivano da una depilazione frettolosa, non corretta o effettuata nel verso sbagliato, o anche per rasature frequenti a distanza di pochi giorni.

Nonostante il rasoio ci può sembrare il nostro più grande alleato, spesso ricorrere alla lametta, non è la scelta migliore, specie per chi è molto peloso o ha peli molto spessi.

peli-incarniti

Il problema sussiste anche con la ceretta e la pinzetta. Anche qui è facile la formazione di peli incarniti.

Insomma nessuna di queste soluzioni vi assicura una pelle liscia senza “incidenti di percorso”, questo perché purtroppo è difficile che i peli vengano estratti dalla radice.

La soluzione più efficace è il laser, il quale agisce direttamente sul pelo, indebolendolo fino a non farlo crescere più.

 

Come rimuoverli

  • Disinfettate una pinzetta e rimuovete il pelo incarnito prestando attenzione a non romperlo. Questa pratica richiede molta attenzione e precisione.
  • Potete utilizzare delle creme depilatorie che indeboliscono il pelo e che molto probabilmente cadrà. Questa opzione però è meglio evitarla all’inguine.
  • Un’altra soluzione può essere quella di applicare acqua e sale sulla parte interessata, aspettate qualche minuto e sciacquate. Il sale facilita la fuoriuscita del pelo.

Abbronzatura estiva: come esaltarla al meglio?

abbronzatura-estiva

Avete voglia di accendere la vostra abbronzatura estiva ma non riuscite a capire come? Leggete l’articolo e seguite i nostri consigli per avere un’abbronzatura dorata, luminosa e soprattutto duratura!

L’abbronzatura estiva è il più bel accessorio che una donna possa indossare; avere una pelle luminosa, compatta e abbronzata fa sembrare più belle.

Come in tutte le cose però, mai eccedere! Un colorito marrone non è bello (a meno che non abbiate la carnagione scura) e soprattutto prendere tanto sole o sottoporsi a lampade frequenti non è per niente salutare per la pelle.

L’abbronzatura sfrenata è infatti passata di moda, ma quella dorata è diventata un’ossessione per molte donne. Tant’è che di creme abbronzanti o coloranti ne esistono di ogni tipo e per ogni occasione, ma noi vogliamo un’abbronzatura vera e naturale, niente creme che macchiano, niente olio sulla pelle…noi ci vogliamo abbronzare davvero!

Se ahimè sei una donna come me dalla carnagione chiara, non temere, un incarnato più colorito non è impossibile. Ci sono tanti piccoli trucchi per poterlo ottenere! Scopriamoli insieme!

Curare la pelle è la cosa principale per ottenere una bella abbronzatura

  • Prima di sottoporsi al sole, è importante ricordare di esfoliare la pelle con uno scrub in modo tale da eliminare le cellule morte e illuminare e rinvigorire la pelle. Una volta alla settimana è la giusta cadenza per un’efficacia ottima!
  • Anche l’idratazione vuole la sua parte, idratare la pelle prima e dopo il sole; crema protettiva prima dell’esposizione e anche prima di uscire di casa durante il giorno è la soluzione migliore per evitare scottature e per ottenere un incarnato uniforme.
  • Utilizzate un olio secco dalla texture luminosa, che donerà luce alla vostra pelle e conserverà l’abbronzatura. Se poi sono formule profumate, ancora meglio, due funzioni in uno stesso prodotto!

abbronzatura-estiva

Il make-up è il miglior alleato dell’abbronzatura

Illuminate il volto con blush dorati, che enfatizzano l’abbronzatura in modo sensuale e sofisticato.

Per un’uscita serale invece scegliete l’effetto dell’illuminante che brilla e appunto illumina l’incarnato.

Un ombretto bronzo o ramato è quello che ci vuole per dare l’ultimo tocco a questo make-up per l’abbronzatura estiva.

 

 

Gelato al cioccolato bimby senza glutine!

gelato-al-cioccolato-bimby

Il gelato al cioccolato bimby senza glutine: la ricetta estiva perfetta per tutta la famiglia!

Il gelato al cioccolato bimby è il dessert estivo per eccellenza, pratico, facile da realizzare e amato dagli adulti e dai bambini. Riproducibile anche senza glutine per chi soffre di intolleranza o celiachia.

Chi non ama il cioccolato, o meglio, chi non ama il gelato al cioccolato?

Quell’irresistibile voglia di dolce che ti assale dopo pranzo e che non puoi soddisfare a meno che tu non ti metta in macchina verso la gelateria più vicina…o a meno che tu non abbia l’amatissimo Bimby!!!!! Il gelato al cioccolato è il connubio perfetto tra gusto e freschezza!

Vediamo insieme come preparare il gelato al cioccolato bimby senza glutine. Potete scegliere il cioccolato che preferite, fondente o al latte. Per i veri intenditori ed amanti, quello fondente è la scelta giusta.

gelato-al-cioccolato-bimby

Ingredienti del gelato al cioccolato bimby per 4 persone

  • 100 gr di cioccolato fondente di qualità
  • 50 gr di cacao amaro in polvere
  • 400 gr di latte intero
  • 200 gr di panna liquida
  • 150 gr di zucchero
  • 4 tuorli
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

  • Iniziate la preparazione versando il cioccolato all’interno del boccale Bimby, tritate per 5 secondi a velocità 8!
  • Unite gli altri ingredienti quindi cacao, latte, panna liquida, zucchero, tuorli e sale e cuocete tutto insieme per 8 minuti a 90° a velocità 2;
  • Adesso il composto è pronto, uscitelo dal boccale e versatelo in uno stampo di alluminio alto 3 centimetri, non di più!
  • Mettete a raffreddare il composto e conservatelo in freezer per almeno un giorno.
  • Trascorso un giorno in freezer, prendete il gelato e versatelo nuovamente nel boccale, questa volta a pezzi. Mantecate per 15 secondi a velocità 9;
  • Poi per gli ultimi 30 secondi a velocità 6 spatolando.

Raccomandazioni

Per avere un risultato eccellente e gustarvi un ottimo gelato al cioccolato, scegliete materie prime di elevata qualità!
Il latte intero deve necessariamente essere fresco ed il cioccolato deve avere almeno l’80% di cacao; le uova e la panna devono essere fresche. Solo così otterrete lo stesso composto di quello di una gelateria, con la differenza che lo hai fatto tu con il tuo amato amico Bimby!

Se siete golose potete accompagnarlo con panna o frutta fresca, buon gelato al cioccolato !

Le migliori spiagge di Taormina

taormina

Tra hotel, case vacanza e b&b Taormina se la passa bene: il rapporto strutture/abitanti è piuttosto sbilanciato, anche per ragioni storiche, visto che la vocazione turistica del comune risale almeno al XIX Secolo.

Oltre agli edifici di pregio e ai siti archeologici, anche molte spiagge concorrono a questo risultato: vediamo 5 che sono senz’altro nel gruppo delle migliori.

taormina
La spiaggia dell’Isola Bella

Probabilmente è la spiaggia più fotografata di tutta la Sicilia. L’isolotto in cui è ospitata è la vera perla di Taormina; uno scoglio ricoperto di macchia mediterranea, di fatto un giardino botanico in mezzo al mare, raggiungibile a piedi con la bassa marea. Due precauzioni: portate con voi le scarpe di plastica, per camminare e nuotare in sicurezza, e arrivate il mattino presto, perché altrimenti non troverete posto.

Mazzarò

La spiaggia di Mazzarò, nonostante i sassolini, è la più elegante della zona, ma non aspettatevi la Costa Azzurra: all’interno della baia si aprono grotte e anfratti che fanno la fortuna dei diver e degli snorkeler. Ci potete arrivare in teleferica: la tratta Mazzarò-Taormina dura appena tre minuti. Trovate info su orari e tariffe sul sito ufficiale.

taormina

Mazzeo

Molto meno famosa, nonché meno affollata, è la spiaggia di Mazzeo: questo nonostante sia presente un autobus che fa la spola da Taormina molte volte al giorno. Si tratta di un lido grande, con acqua limpidissima e molte aree libere: sarà la sorpresa della vostra estate.

Giardini Naxos

Il comune di Giardini Naxos si trova ad appena 10 chilometri da Taormina. Perché andarci? Perché la sua spiaggia è forse l’unica sabbiosa di tutta la zona, con aree libere e altre attrezzate. Se siete in vacanza insieme ai bambini, è senz’altro l’opzione più giusta.

Villagonia

Restiamo in zona e concludiamo il nostro piccolo viaggio a Villagonia, una piccola spiaggia di ghiaia molto frequentata da barche a vela e motoscafi. Il merito, come potrete immaginare, è tutto del mare: sempre calmo, sempre limpido. Vi piacerà!

 

Burro di Karitè: fa magie per corpo e capelli!

burro-di-karitè

Il burro di Karitè ha numerose proprietà e benefici, siete curiose di scoprirli ? Vediamo insieme!

Il burro di Karitè viene estratto da una pianta che cresce in Africa, il cui frutto contiene la noce di Karitè, interamente costituita da grassi.

Dopo essere stato spremuto a freddo, prende un colore chiaro e ha l’aspetto di una pasta. Il burro di Karitè per le donne africane è parte integrante della routine quotidiana: utilizzato in cucina, per la cura del corpo e dei capelli, per massaggiare e per cicatrizzare le ferite e per rendere luminosa la pelle dei bambini.

È molto usato per la creazione di cosmetici e prodotti per la cura della persona, perché contiene delle sostanze che non perdono le loro proprietà a contatto con altri ingredienti.

Le proprietà del burro sono numerose e preziose:

  • nutrienti;
  • idratanti;
  • protettive;
  • lenitive;
  • antiossidanti;
  • rigeneranti;
  • emollienti.

burro-di-karitè

Il burro di Karitè per il viso

  • Perfetto per la pelle secca e di conseguenza spenta e opaca, grazie alle sue proprietà idratanti e nutrienti è capace di donare nuovamente vita alla pelle, rendendola più luminosa, elastica e idratata;
  • Protegge la pelle del viso anche dallo smog della città e dagli agenti atmosferici, ottimo per chi fa lunghe passeggiate o va a lavoro in bici.
  • Va bene anche sulle labbra screpolate al posto del burro cacao; conservato in un piccolo vasetto che si può tenere sempre in borsa.
  • Ha un’ottima azione schermante dei raggi UV, dunque protegge la pelle dalle radiazioni.

burro-di-karitè

  • Ma non è finita qui, il burro di Karitè si può anche utilizzare per realizzare degli scrub in casa, aggiungendo altri ingredienti come lo zucchero di canna. Dopo lo scrub la vostra pelle sarà più morbida e vellutata.
  • Infine parliamo di occhiaie; il burro di Karitè, con le sue proprietà cicatrizzanti è un ottimo contorno occhi ed è anche utile a brufoli e impurità, che andranno via molto più facilmente.
  • Se applicate un abbondante strato di burro su tutto il viso e lo lasciate in posa per una decina di minuti, come se fosse una maschera, il risultato vi sorprenderà, avrete una pelle morbida, soffice e molto più elastica!

Per il corpo

Il burro di Karité è un ottimo anti-age, previene infatti le rughe, rende la pelle più elastica e tonica; contrasta anche l’invecchiamento cellulare e attenua i segni del tempo già evidenti.

Durante la gravidanza vi consiglio di utilizzarlo su gambe, seno e pancia per prevenire le smagliature. Anche dopo il parto potete utilizzarlo sulla pelle delicata dei vostri bimbi.

Dopo la doccia è possibile utilizzarlo come crema corpo e crema mani, fortifica persino le unghie!

Per i capelli

Aiuta ad idratare e chiudere le punte danneggiate, la secchezza, le irritazioni, la forfora e le dermatiti. Ed è ottimo anche come balsamo o maschera. Non abbondatene se avete il capello grasso.

Proprietà cicatrizzanti

Le sue proprietà cicatrizzanti e antibatteriche sono utili per curare eritemi, scottature solari, ustioni, dermatiti, psoriasi, punture di api e insetti in genere, screpolature, irritazioni, escoriazioni ed eruzioni.

Utilizzato anche per alleviare dolori articolari e muscolari e contusioni.

Insomma il burro di Karitè è un vero e proprio tocca sana per tutto il corpo e tutta la famiglia.

In viaggio per Mykonos, l’Ibiza della Grecia!

in-viaggio-per-mykonos

In viaggio per Mykonos: una delle isole più popolari di tutto il Mar Egeo. Elegante, alla moda e cosmopolita, ecco le parole adatte per descriverla.

 

Mykonos è considerata l’Ibiza della Grecia, è infatti famosa proprio per la sua mondanità; è un’isola frenetica, in cui aperitivi, discoteche e party in spiaggia non mancano affatto.

Appartenente all’arcipelago delle Cicladi, Mykonos è caratteristica per le sue casette bianche dalle finestre blu, tipicamente Greche; ma anche per la sua versatilità, infatti per quanto sia movimentata e piena di vita, Mykonos può anche essere una meta all’insegna del relax. Se la vostra intenzione è quella di fare una vacanza tranquilla, scandita da mare e sole, Mykonos è perfetta.

in-viaggio-per-mykonos

 

Vacanze a Mykonos: cosa fare?

Oltre alla vita mondana e alla parallela life in relax, Mykonos ha una cittadina tutta da vedere. Mykonos Town è ricca di negozietti del posto, vicoli caratteristici ed è centro di shopping.

Chora che è la città principale è il posto giusto dove bere un drink e sentirsi un po’ a Venezia, grazie al quartiere Little Venice a picco sul mare. Per non parlare delle sue acque cristalline e le spiagge dorate e paradisiache.

Tra tutti questi punti a favore per Mykonos, c’è da aggiungerne un altro, ovvero che è un’isola dal fascino irresistibile in qualsiasi stagione.

Se siete rimasti incantati da questa descrizione, non vi resta che prenotare il vostro viaggio per Mykonos con Alpitour e godervi una vacanza con mare da sogno, drink al tramonto e tanto relax.

Alpitour offre numerose proposte per garantirvi una vacanza perfetta, con strutture curate e attente al dettaglio, eleganti e all’avanguardia, situate in posizioni strategiche e con affaccio sul mare; la maggior parte è anche fornita di piscina.

 

Cose da fare a Mykonos

Se avete deciso di prenotare un viaggio Alpitour per Mykonos dovete assolutamente sapere cosa vedere una volta arrivati.

Oltre a tutti i suoi paesaggi caratteristici e mozzafiato, non perdetevi:

  • Delos: un’isola sacra situata al centro delle Cicladi;
  • Tinos: un’altra isola verde e suggestiva;
  • I numerosi mulini a vento che caratterizzano l’isola;in-viaggio-per-mykonos
  • Le esclusive spiagge di Mykonos, tra cui Paradise Beach: il suo nome dice tutto;
  • Tramonto in barca a vela: un’esperienza unica che vi farà ammirare tutta la costa occidentale.

Allora, tutti in direzione Mykonos?

Bandane per capelli per un’estate colorata!

bandane-per-capelli

Bandane per capelli, foulard e fasce: il trend estivo super femminile!

Il 2019 è l’anno delle bandane per capelli, dei foulard e delle fasce, un trend che ha spopolato come non mai prima d’ora. Colorate, in seta, in cotone, per il mare, per uscire, sono plurifunzionali, super versatili e davvero molto, molto trend. Rendono l’outfit completo anche solo indossando un jeans e una T-shirt bianca.

Ce ne sono di ogni, qualsiasi negozio ne vende ed io in primis non posso fare a meno di acquistarle ogni volta che faccio shopping. Le adoro perché sono davvero comodissime, soprattutto in estate e a mare o anche semplicemente quando la voglia di farsi i capelli è pari a zero, una bandana e via!

Attualmente il loro nome è durag, perché fa più figo e perché bandana è troppo semplice.

bandane-per-capelli

 

Quando nasce questo trend ?

In realtà la bandana per capelli è in voga sin dagli anni Settanta, utilizzata principalmente per tenere a bada gli ingestibili capelli afro, divenuta poi una moda vera e propria negli anni Ottanta, in cui Axl Rose, cantante dei Guns and Roses, la indossava ai suoi concerti, spesso sotto un cappellino.

bandane-per-capelli

Poi nel Duemila tocca a Jhonny Depp, quando sfoggia la sua bandana in diversi film, come I Pirati dei Caraibi. Ma anche Amy Winehouse, Lady Gaga, Jhon Galliano scelgono le bandane per capelli per alcuni dei loro concerti e sfilate.

bandane-per-capelli

bandane-per-capelli

Persino Chanel ne ha realizzate di diverse nelle sue collezioni.

Insomma la bandana per capelli è attualmente un must per noi donne, ma in passato lo era anche per gli uomini!

Come indossarla?

Ci sono tanti modi di indossare la bandana per capelli:

  • la più classica è all’indietro su tutta la testa, creando un effetto cuffia, con un fiocco dietro il collo che la tiene ferma;
  • come cerchietto o fascia: si può arrotolare fino ad arrivare ad essere sottilissima come una frontiera, chiusa poi da un nodo finale dietro il collo;
  • la bandana nella coda o nello chignon è un’altra idea parecchio carina ed originale;
  • in stile Axl Rose quindi intorno alla nuca ed ai capelli;
  • fascia con nodo sulla nuca;
  • bandana nella treccia.

bandane-per-capelli

Questi sono i modi più originali di indossare le bandane per capelli, ci sono infiniti tutorial sul web che vi spiegano step by step come sistemarvi la bandana a seconda dell’utilizzo che si preferisce.