Vacanza in montagna con i bambini: gli indispensabili in valigia

Vacanza in montagna

Vacanza in montagna: siamo appena tornati da una bellissima settimana bianca in Trentino presso il family hotel Rainer, un resort situato in posizione tranquilla e soleggiata, con vista incantevole sull’affascinante mondo alpino delle Dolomiti di Sesto, un vero e proprio gioiello per grandi e piccini.

È stata la nostra prima vacanza in montagna in inverno e non sapevo esattamente a cosa sarei andata incontro.

Documentandomi un po’ sul web e mettendo in pratica la mia esperienza di mamma super organizzata in vacanza, ho stilato una lista completa di indispensabili per la perfetta vacanza in montagna con i bambini.

Cosa mettere in valigia prima di partire?

Prima di partire, mi sono informata online circa le condizioni metereologiche, le distanze dell’albergo dalle piste ed ho preso informazioni sulle lezioni di sci.

Ovviamente siamo andati in montagna per sciare, quindi ho preparato due valigie, una con gli indumenti da utilizzare quotidianamente, in albergo o per le passeggiate in paese e l’altra con l’occorrente per la montagna.

Preparare i bambini per un giorno sulla montagna o per qualche ora di lezione con il maestro, può diventare impegnativo se non si è preparati.

Ecco una checklist da stampare per la valigia da montagna dei bambini così da avere tutto sotto controllo

·      Protezione solare

·      Calze invernali da sci

·      Tutone da sci impermeabile possibilmente a maniche lunghe così da evitare il giaccone

·      Maglia in pile

·      Scarponi da sci / snowboard

·      Giacca sci / snowboard (nel caso optaste per i due pezzi o per la tuta a bretelle)

·      Scaldacollo

·      Passamontagna o maschera facciale

·      Casco ·      Occhiali di protezione (possedere un set di lenti di ricambio per condizioni variabili, se possibile)

·      Guanti o muffole

·      Pacchetto scaldamani in tasca (lo trovate nei centri che vendono abbigliamento sportivo)

·      Sci/ Snow Board (io questi li ho noleggiati lì)

·      Ski Pass (lo potete prendere prima di iniziare le lezioni o la vostra attività presso le scuole o gli alberghi)

Accessori

·      Occhiali da sole o occhiali con lenti a specchio (fondamentali per chi deve sciare)

·      Balsamo labbra

·      Borraccia d’acqua

·      Spuntino Per il quotidiano ho invece preparato un’altra valigia inserendo tutto il necessario.

Ecco cosa ho inserito nella mia valigia per la vacanza in montagna dei bambini

·      Calze pulite

·      Biancheria intima

·      Guanti in lana

·      Scarpe da ginnastica

·      Cappello

·      Cambio di vestiti (ho considerato uno al giorno)

·      i-Pad o libro (per il lunghissimo viaggio che abbiamo affrontato da Bari a Sesto)

Indicate per il trattamento degli stati irritativi della gola causati da raucedine, orofaringite o tonsillite. Al gusto cola e con estratto di erisimo e di aloe, sono indicate per i bambini dai 6 anni e facili da assumere fuori casa. Le ho scoperte da poco in farmacia ed inserite subito nel mio kit di viaggio.

Vacanza in montagna

 

Ora siete pronti a partire anche voi, senza stress e nervi tesi.

Organizzandosi al meglio, la vacanza in montagna con i bambini non sarà più un problema.

 

Natale in Sardegna, eventi e mercatini per una meta alternativa

natale in sardegna

Se siete stanchi della classica settimana bianca, per queste feste 2018 potreste scegliere di trascorrere il vostro Natale in Sardegna, tra suggestive sagre e mercatini tipici della tradizione!

Ormai ci siamo, manca meno di un mese alla notte più magica di tutto l’anno! Per le feste abbiamo deciso di far vivere appieno l’atmosfera natalizia ai nostri bambini, dato che ormai hanno raggiunto l’età giusta per curiosare attraverso mercatini ed eventi in tema Babbo Natale. Una meta un po’ insolita, ma forse proprio per questo davvero irresistibile: passeremo il nostro Natale in Sardegna!

Per non rischiare di dover prenotare tutto all’ultimo istante abbiamo deciso di giocare in anticipo: abbiamo quindi reperito online tutte le info per la prenotazione traghetti Sardegna perfetta per le nostre esigenze di viaggio, con il raffronto tra i servizi offerti dalle varie compagnie navali, la durata della tratta, gli orari di andata e ritorno e la possibilità di personalizzare la traversata comodamente da casa.

Non vedo l’ora…questo Natale in Sardegna mi sta elettrizzando! E, come mio solito, ho già organizzato passo per passo l’intera trasferta, segnandomi in agenda gli appuntamenti irrinunciabili. Siete curiosissimi anche voi?

natale in sardegna

Natale in Sardegna: il mercatino di Natale a Cagliari

La prima tappa del nostro viaggio sarà a Cagliari, dove visiteremo il tradizionale mercato di Natale in piazza con le sue esposizioni artigianali tipiche del luogo e le animazioni in giro per le vie dello shopping. Da segnalare anche le eccellenze enogastronomiche provenienti da tutta la Sardegna, da scoprire ed acquistare attraverso i percorsi di degustazione.

Natale in Sardegna: il Paese dei Presepi

Seconda tappa del nostro Natale in Sardegna sarà a Collinas, il tradizionale Paese dei Presepi o “piccola Betlemme del Medio Campidano”, nota per i suoi presepi costruiti con maestria dagli abitanti del posto.

Il più famoso è il presepe storico, allestito accanto alla parrocchia, che si rifà ai paesaggi tradizionali sardi. E non può mancare il presepe vivente, in genere allestito nel giorno dell’Epifania.

Natale in Sardegna: il canto della Sibilla

Infine la vigilia di Natale inizieremo i festeggiamenti con un tuffo nella storia: nella Cattedrale di Alghero si rinnova infatti il tradizionale canto della Sibilla, un canto medievale noto anche come Signum Judicii.

natale in sardegna

Il mito della Sibilla trae origine sin dall’antichità, tra le popolazioni del mar Mediterraneo, prima greca e poi romana. Le sibille erano personaggi semi divini con il dono della premonizione, divenute particolarmente venerate proprio in epoca medievale. La Sibilla, durante la vigilia di Natale, era infatti chiamata ad annunciare con il suo canto la venuta di Cristo.

Queste musiche sublimi non hanno perso il loro fascino arcano e la potente carica evocativa e si ripetono ancora oggi ad Alghero, cantate da un’affascinante e mistica voce bianca che indossa una tunica, un mantello di seta ed impugna una grande spada.

Sarà davvero un magico Natale in Sardegna il nostro! Fatemi sapere se verrete anche voi!