Il micro soggiorno: nuova idea di prenotare un hotel!

micro-soggiorno

Il micro soggiorno è un modo tutto nuovo di prenotare un hotel! Curiosi di sapere di che si tratta? Leggete l’articolo!

Il micro soggiorno è una nuova tendenza, una novità nel mondo del turismo nella quale un utente qualunque può decidere esattamente il suo orario di entrata e quello di uscita nella sua stanza. Negli ultimi anni il mondo del viaggio ha cercato soluzioni nuove per andare sempre più incontro al cliente ed alle sue esigenze. La richiesta di flessibilità dei turisti ha permesso l’invenzione del microstay, nato per soddisfare i bisogni dei clienti moderni che per necessità non possono liberare la stanza alle 11.00 (classico orario di check-out).

micro-soggiorno

Dietro la parola micro soggiorno si nasconde quindi un concetto innovativo ossia quello della stanza ad ore che si trasforma in una soluzione ottimale specialmente per chi viaggia per lavoro o chi per motivi personali è costretto a fare più di due o tre viaggi al mese. Il micro soggiorno ti offre la possibilità di restare in hotel per un numero limitato di ore. Il pagamento avviene totalizzando le ore trascorse all’interno della stanza. Il risultato è che il cliente è agevolato sotto tutti i punti di vista!

Micro soggiorno a Bergamo

Bergamo è una delle più importanti città della Lombardia, antiche mura rocciose e vecchi palazzi di pietra grigia la caratterizzano. Le vie dell’arte si uniscono a quelle della storia della città che ha delle origini antichissime risalenti al Medioevo. Circondata da borghi storici, il centro cittadino è anche shopping e divertimento, dove ci si può fermare per una pausa caffè per poi addentrarsi in concerti, proposte culturali e spettacoli della città.

Ma Bergamo è anche una città in cui c’è tanto lavoro, dove la vita è frenetica anche per via della vicinanza alla capitale della moda: Milano! A Bergamo la soluzione del micro soggiorno è davvero utile a tutti i lavoratori. È una proposta che va incontro a chi viaggia per lavoro ma anche a chi ha necessità di riposare prima di prendere il volo per tornare a casa, o ha voglia di rilassarsi un’oretta prima di cominciare una videoconferenza! È possibile prenotare un hotel a Bergamo con pacchetti da 3, 6 e 12 ore anche per il giorno stesso!

 

 

Dove dormire a Siena?

dove-dormire-a-siena

Provando a digitare “b&b Siena” su un motore di ricerca scoprirete di avere l’imbarazzo della scelta.

Come in molte altre località della Toscana, qui le strutture ricettive lavorano in ogni periodo dell’anno: il punto diventa dunque capire in quale zona è opportuno alloggiare, una decisione che dipende soprattutto dal budget e dal tipo di vacanza che si ha in mente.

dove-dormire-a-siena
Il centro storico

Se siete a Siena per una sola notte, o se cercate un b&b particolarmente romantico per festeggiare come si deve un anniversario di matrimonio, date la precedenza a Piazza del Campo – quella del Palio, ma anche dei principali monumenti della città, come il Palazzo Pubblico con la Torre del Mangia. Alloggiando in centro avrete tutte le attrazioni di Siena a portata di passeggiata, così come i ristoranti, i locali e i negozi; certo, i prezzi non sono per tutti, ma se pensate a un soggiorno breve e prenotate per tempo su un comparatore come Expedia potreste cavarvela con meno di quanto pensiate.

Fuori dalle mura

Se invece volete andare al risparmio potete scegliere una struttura più decentrata. All’esterno delle mura – per la maggior parte risalenti al medioevo! – che servivano a difendere la città e i suoi abitanti ci sono molti hotel e bed & breakfast: oltre a un conto meno salato troverete una situazione più tranquilla soprattutto alle ore della sera. Questa soluzione è inoltre ideale se siete arrivati in città con l’auto: come forse saprete, il centro storico di Siena è interamente pedonale.

dove-dormire-a-siena

In campagna

Se invece più di un soggiorno a Siena volete vivere una vacanza in Toscana, la scelta ideale è trovare un agriturismo o un b&b nella bellissima campagna senese. Perfette per chi ama la natura e la buona tavola, queste strutture vi permetteranno anche di variare la natura delle vostre giornate: potrete alternare le passeggiate in città con escursioni nei dintorni o percorsi di degustazione, allontanando la noia e lo stress!

 

Le migliori spiagge di Taormina

taormina

Tra hotel, case vacanza e b&b Taormina se la passa bene: il rapporto strutture/abitanti è piuttosto sbilanciato, anche per ragioni storiche, visto che la vocazione turistica del comune risale almeno al XIX Secolo.

Oltre agli edifici di pregio e ai siti archeologici, anche molte spiagge concorrono a questo risultato: vediamo 5 che sono senz’altro nel gruppo delle migliori.

taormina
La spiaggia dell’Isola Bella

Probabilmente è la spiaggia più fotografata di tutta la Sicilia. L’isolotto in cui è ospitata è la vera perla di Taormina; uno scoglio ricoperto di macchia mediterranea, di fatto un giardino botanico in mezzo al mare, raggiungibile a piedi con la bassa marea. Due precauzioni: portate con voi le scarpe di plastica, per camminare e nuotare in sicurezza, e arrivate il mattino presto, perché altrimenti non troverete posto.

Mazzarò

La spiaggia di Mazzarò, nonostante i sassolini, è la più elegante della zona, ma non aspettatevi la Costa Azzurra: all’interno della baia si aprono grotte e anfratti che fanno la fortuna dei diver e degli snorkeler. Ci potete arrivare in teleferica: la tratta Mazzarò-Taormina dura appena tre minuti. Trovate info su orari e tariffe sul sito ufficiale.

taormina

Mazzeo

Molto meno famosa, nonché meno affollata, è la spiaggia di Mazzeo: questo nonostante sia presente un autobus che fa la spola da Taormina molte volte al giorno. Si tratta di un lido grande, con acqua limpidissima e molte aree libere: sarà la sorpresa della vostra estate.

Giardini Naxos

Il comune di Giardini Naxos si trova ad appena 10 chilometri da Taormina. Perché andarci? Perché la sua spiaggia è forse l’unica sabbiosa di tutta la zona, con aree libere e altre attrezzate. Se siete in vacanza insieme ai bambini, è senz’altro l’opzione più giusta.

Villagonia

Restiamo in zona e concludiamo il nostro piccolo viaggio a Villagonia, una piccola spiaggia di ghiaia molto frequentata da barche a vela e motoscafi. Il merito, come potrete immaginare, è tutto del mare: sempre calmo, sempre limpido. Vi piacerà!

 

Vacanze col cuore: il glamping in Acqua River!

vacanze-col-cuore

Loek van de Loo presenta il suo format innovativo per la vacanza glamping con una struttura spettacolare: l’Acqua River permanente più lungo d’Italia!

Vacanze col cuore parte dal Vallicella Glamping Resort di Scarlino (Grosseto), oggi 31 luglio con la presentazione del nuovo progetto dell’olandese Loek van de Loo, che per primo ha portato in Italia una tenda safari nel mondo del camping italiano e ha avviato il fenomeno  glamping (Glamour/Camping) nel nostro Paese, dopo aver portato a termine progetti analoghi in tutta Europa.

Si chiama Vallicella Glamping Resort e parte da qui la nuova avventura imprenditoriale a tema glamping di Loek van de Loo: Vacanze col cuore.

Il 31 luglio, il Gruppo di Boutique Glamping Resort – 6 resort glamping all’attivo – nato nel 2018, presenterà il suo format innovativo in un evento alla presenza del Sindaco di Scarlino, Francesca Travison.

La presentazione ha lo stile impeccabile e distintivo con cui van de Loo si è sempre speso nella sua carriera: un Acqua River, il più lungo permanente d’Italia (ben 130 mt) che collega due piscine, collocate sul fianco della collina a quote differenti.

Un progetto spettacolare che racconta la passione per il “fatto bene e di altissimo profilo” del neonato gruppo, un evento che si articola in un momento di accoglienza, un tour della tenuta e uno scambio di battute per descrivere le ragioni che hanno spinto Loek van de Loo e i suoi collaboratori a preferire questa formula.

Il Vallicella Glamping Resort

Il Vallicella Glamping Resort si sviluppa in una struttura a terrazze sulla collina ai piedi della città di Scarlino. Ricopre una superficie di 13.000 mq e può ospitare 968 persone. Le strutture presenti sono composte da 90 tende glamping, 35 mobile home – tutte prodotte da Crippaconcept – 45 chalet, oltre a piazzole per camper e caravan. All’interno del glamping sono presenti 2 punti ristoro, una pizzeria, un minimarket, un bar in piscina, una sala giochi per bambini oltre alle strutture per l’animazione.

Il progetto di ristrutturazione del Glamping Resort – acquisito tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019 – si è concentrato molto sullo sviluppo di un parco acquatico, seguendo gli ultimi trend del settore, ed è stato strutturato con tre diverse piscine: la prima, classica per il nuoto libero; una piscina per bambini con un piccolo scivolo, una laguna con giochi d’acqua tematizzati da Spotty – il cagnolone dalmata mascotte del gruppo –  e, fiore all’occhiello e cornice del complesso acquatico, due cascate e, appunto, l’Acqua River permanente più lungo d’Italia che si sviluppa per la lunghezza di 130 metri seguendo la conformazione naturale delle terrazze che caratterizzano il campeggio.

Loek van de Loo, dopo aver creato oltre 30 anni fa il marchio Vacanceselect, che oggi è il tour operator di campeggi e villaggi leader in Europa, trasferisce la sua esperienza in un progetto dimensionato sulla sua visione delle vacanze col cuore open air: resort glamping e boutique glamping che accolgono, in luoghi da sogni e con dotazioni di lusso, un ristretto numero di ospiti.

vacanze-col-cuore

Vacanze col cuore per famiglie con bambini

Il Vallicella Glamping Resort, in particolare, è uno spazio car-free in cui soprattutto le famiglie con bambini, anche molto piccoli, possono vivere una vacanza in un’oasi di pace immersa nella natura. Per trascorrere le giornate non manca nulla, il gruppo di animazione per bambini (Spotty Club) con attività differenziate a seconda dell’età, le piste ciclabili per gli amanti delle lunghe tratte ciclistiche o gli amanti della corsa. Ma è anche il luogo da vivere in due per un momento romantico o da condividere con gli amici per una pausa dalla routine quotidiana.

Per soggiornare sono disponibili cottage Next, lodge tent, glamping tent, villette oppure chalet ma anche piazzole per camper e caravan.

Quattro sono i valori fondanti anche per il Vallicella Glamping Resort:

  • Rispetto per la natura
  • Sostenibilità in tutte le sue forme
  • Valorizzazione del contatto con la natura
  • Attenzione massima ai più piccoli

La formula glamping Italiana

La formula vincente del glamping in Italia, quindi, secondo chi lo ha importato, abbraccia oggi una nuova frontiera: glamping con servizi e dotazioni molto curati, di altissimo livello e meno affollati e a misura di coppia, famiglia e amici per sentirsi come a casa anche in vacanza.

Il motto coniato da Loek van de Loo è “Glamping is the future of Camping” e il progetto di Vacanze col cuore pare proprio essere ormai il presente di quel futuro e anzi l’antesignano di un nuovo modo di intendere il glamping: più intimo, confortevole e super accessoriato.

Il glamping secondo Loek van de Loo

«Il punto focale delle nostre attività è sempre stato il cliente riconoscendo in esso il nostro più grande asset, infatti negli anni sono stati proprio i clienti a definire quali sarebbero state le nuove tendenze e innovazioni nel settore, il nostro compito è stato quello di ascoltarli e creare insieme a loro la nostra filosofia, che negli ultimi anni ci porta al concetto di Glamping» dice Loek van de Loo.

Glamping è un neologismo nato dall’unione delle parole GLAMOUR e CAMPING e descrive uno stile di campeggio basato sulle amenità e sui servizi mutuati da resort di alto livello, i quali sono difficilmente rintracciabili all’interno dei classici campeggi.

Glamping è diventato popolare tra i turisti che cercano il lusso, solitamente abbinato a strutture alberghiere, unito al contatto diretto con la nature e le attività che ne conseguono del campeggio.

vacanze-col-cuore

Quando si sperimenta il Glamping non ci sono tende da piantare, né sacchi a pelo da srotolare, né lunghi viaggi verso i bagni. In qualsiasi tipo di struttura glamping si soggiorni, sia che esse siano tende, case mobili o altre strutture, si ha la possibilità di vivere all’aria aperta a contatto con la natura senza sacrificare il lusso.

La parola Glamping solo qualche anno fa non esisteva, infatti si riconosce la sua creazione ufficiale nel 2006, da qual momento a oggi numerose strutture in tutte il mondo stanno sviluppando questa filosofia dai campeggi resort legati ai safari in Africa, al nord America, senza dimenticare numerose strutture in Europa, generando milioni di ricerche sui motori di ricerca online.

Eike Wenzel e il suo studio sul Glamping

Eike Wenzel, capo dell’Istituto per la tendenza e la ricerca futura (ITZ) di Heidelberg, ha studiato per anni lo sviluppo del Glamping. Ed è arrivato alla conclusione che ci sono sempre più persone che hanno la consapevolezza di ricercare qualcosa di speciale e che vogliono concedersi una vacanza di lusso. Nei suoi studi riconosce nelle giovani famiglie un importante target. La sua tesi infatti viene supportata dal fatto che i genitori di età compresa tra i 35 e 50 anni spesso preferiscono uno stile di vita incentrato sulla salute e la sostenibilità e sono mossi dal desiderio di trascorrere un’esperienza in campagna, basata sulla semplicità e la natura, senza rinunciare al lusso.

Natale in Sardegna, eventi e mercatini per una meta alternativa

natale in sardegna

Se siete stanchi della classica settimana bianca, per queste feste 2018 potreste scegliere di trascorrere il vostro Natale in Sardegna, tra suggestive sagre e mercatini tipici della tradizione!

Ormai ci siamo, manca meno di un mese alla notte più magica di tutto l’anno! Per le feste abbiamo deciso di far vivere appieno l’atmosfera natalizia ai nostri bambini, dato che ormai hanno raggiunto l’età giusta per curiosare attraverso mercatini ed eventi in tema Babbo Natale. Una meta un po’ insolita, ma forse proprio per questo davvero irresistibile: passeremo il nostro Natale in Sardegna!

Per non rischiare di dover prenotare tutto all’ultimo istante abbiamo deciso di giocare in anticipo: abbiamo quindi reperito online tutte le info per la prenotazione traghetti Sardegna perfetta per le nostre esigenze di viaggio, con il raffronto tra i servizi offerti dalle varie compagnie navali, la durata della tratta, gli orari di andata e ritorno e la possibilità di personalizzare la traversata comodamente da casa.

Non vedo l’ora…questo Natale in Sardegna mi sta elettrizzando! E, come mio solito, ho già organizzato passo per passo l’intera trasferta, segnandomi in agenda gli appuntamenti irrinunciabili. Siete curiosissimi anche voi?

natale in sardegna

Natale in Sardegna: il mercatino di Natale a Cagliari

La prima tappa del nostro viaggio sarà a Cagliari, dove visiteremo il tradizionale mercato di Natale in piazza con le sue esposizioni artigianali tipiche del luogo e le animazioni in giro per le vie dello shopping. Da segnalare anche le eccellenze enogastronomiche provenienti da tutta la Sardegna, da scoprire ed acquistare attraverso i percorsi di degustazione.

Natale in Sardegna: il Paese dei Presepi

Seconda tappa del nostro Natale in Sardegna sarà a Collinas, il tradizionale Paese dei Presepi o “piccola Betlemme del Medio Campidano”, nota per i suoi presepi costruiti con maestria dagli abitanti del posto.

Il più famoso è il presepe storico, allestito accanto alla parrocchia, che si rifà ai paesaggi tradizionali sardi. E non può mancare il presepe vivente, in genere allestito nel giorno dell’Epifania.

Natale in Sardegna: il canto della Sibilla

Infine la vigilia di Natale inizieremo i festeggiamenti con un tuffo nella storia: nella Cattedrale di Alghero si rinnova infatti il tradizionale canto della Sibilla, un canto medievale noto anche come Signum Judicii.

natale in sardegna

Il mito della Sibilla trae origine sin dall’antichità, tra le popolazioni del mar Mediterraneo, prima greca e poi romana. Le sibille erano personaggi semi divini con il dono della premonizione, divenute particolarmente venerate proprio in epoca medievale. La Sibilla, durante la vigilia di Natale, era infatti chiamata ad annunciare con il suo canto la venuta di Cristo.

Queste musiche sublimi non hanno perso il loro fascino arcano e la potente carica evocativa e si ripetono ancora oggi ad Alghero, cantate da un’affascinante e mistica voce bianca che indossa una tunica, un mantello di seta ed impugna una grande spada.

Sarà davvero un magico Natale in Sardegna il nostro! Fatemi sapere se verrete anche voi!